Attualità
Calolzio

Sottopassi allagati: fioccano polemiche e accuse

Nemmeno il tempo di terminare la conta dei danni causati dall’ondata di maltempo che ha colpito il Lecchese tra mercoledì 7 e giovedì 8 settembre 2022, e in particolare il Calolziese e Olginatese, che già infuriano malumori

Sottopassi allagati: fioccano polemiche e accuse
Attualità Valle San Martino, 09 Settembre 2022 ore 10:01

Sottopassi allagati: scoppia la polemica. Nemmeno il tempo di terminare la conta dei danni causati dall’ondata di maltempo che ha colpito il Lecchese tra mercoledì 7 e giovedì 8 settembre 2022, e in particolare il Calolziese e Olginatese, che già fioccano malumori e accuse.  È il caso del Circolo del PD di Calolziocorte che ha espresso i  propri dubbi e i propri timori per i sempre più frequenti episodi di allagamento, troppo ricorrenti nei sottopassi e delle vie di Calolziocorte.

LEGGI ANCHE Bloccata nel sottopasso con l'acqua fino alla portiera: lecchese salvata

Sottopassi allagati: fioccano polemiche e accuse

“Dobbiamo avere paura di uscire in auto quando piove? - commenta il nuovo capogruppo del Circolo, Ferdinando De Capitani - Come Partito Democratico di Calolziocorte ci vediamo preoccupati per la situazione”.
A destare preoccupazione le diverse situazioni di pericolo venutesi a creare nella nottata  mercoledì 7 e giovedì 8 settembre 2022, quando, a seguito del forte temporale, per l’ennesima volta, sono dovuti intervenire in via Mazzini i Vigli del Fuoco, nonostante le numerose segnalazioni di criticità di quel sottopasso fatte in passato.

Situazione di pericolo annunciata

“Di fronte a questa situazione pericolosa, - continua De Capitani - presente anche negli altri sottopassi cittadini, non capiamo la strategia di intervento dell’Amministrazione Comunale. Al posto di prevedere sistemi di allarme o misure di prevenzione degli allagamenti, si preoccupa di abbassare ulteriormente il livello inferiore del sottopasso in via dei Sassi di 30 cm per consentire ai mezzi pesanti di un privato di transitare davanti alla stazione ferroviaria (scelta irresponsabile) e non di eseguire le giuste manutenzioni, quali la pulizia delle caditoie e delle pompe”.

Secondo il PD Calolziese, in un contesto di cambiamento climatico come quello attuale, che prevede un aumento degli eventi metereologici estremi di questo tipo, dovrebbe essere una priorità per il Comune di Calolziocorte l’affrontare questa situazione pericolosa. “All’amministrazione - conclude - consigliamo di fare meno articoli sulla stampa e sulle pagine social e di avere più cura e attenzione alla sicurezza dei cittadini”.

Sottopassi allagati: Cambia si rivolge alla Prefettura

Anche il gruppo di “Cambia Calolzio” è intervenuto sulla questione, ricordando come già in passato avesse sollecitato al Comune la messa in sicurezza dei sottopassi cittadini, ricevendo come risposta dal sindaco Marco Ghezzi uno stringato “i nostri sottopassi sono sicuri”.
“A fronte di questa risposta ci siamo rivolti alla Prefettura - ha ricordato Diego Colosimo - che a sua volta ha stimolato il Sindaco a posizionare validi sistemi di allertamento e pompaggio. Purtroppo la “compagnia che fa danno” che guida il Comune ci ha dormito sopra”.

Luca de Cani

LEGGI ANCHE

Lecco, attraversamento allagato e Barro off limits: traffico totalmente in tilt

Bomba di acqua e grandine su Lecco: allagamenti e automobilisti intrappolati nei sottopassaggi

Lecco: attraversamento chiuso per allagamenti

Disastro sulla Lariana per il maltempo

Ramo contro finestrino: treni bloccati sulla Lecco-Molteno-Monza

Maltempo: chiuso il cimitero (di nuovo)

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter