Politica
Politiche

Elezioni risultati definitivi nel collegio Lecchese

Valanga di voti per Ronzulli al Senato, alla Camera vice Lupi.

Elezioni risultati definitivi nel collegio Lecchese
Politica Lecco e dintorni, 26 Settembre 2022 ore 09:55

 

Maurizio Lupi ha vinto a mani basse la partita del collegio uninominale lecchese: 54,80% la percentuale finale a fronte di 131.305 voti. A tirargli la volata Fratelli d'Italia, con un 29,54% (70.793 voti) che ricalca e conferma il risultato raggiunto nel geograficamente più ampio collegio per l'elezione del Senato. La Lega ha invece più che dimezzato il proprio consenso rispetto alle Politiche di cinque anni fa: nel 2018 aveva fatto registrare il 33,13 nel collegio di Lecco e il 33,71% in quello di Merate, oggi, con i due collegi accorpati, ha raggiunto il 15,95%.  Forza Italia ha tenuto botta con un 8,15% finale (19.477 voti), perdendo "solo" quattro punti rispetto alla tornata del 2018 (12,39% a Merate e 12,19% a Lecco). Il partito di Lupi, Noi Moderati, ha preso l'1,17% (2.806 voti).

 

Centrosinistra: Laura Bartesaghi non così male rispetto alle Politiche 2018

La candidata a Montecitorio della coalizione di Centrosinistra Laura Bartesaghi ha perso, ma non è poi andata così male considerato che il suo 24,28% si discosta solo di mezzo punto dal 24,70% realizzato da Veronica Tentori nel 2018.  Quest'ultima correva allora nel più limitato collegio di Lecco (dove prese 33.224 voti) contro Alessio Butti di Fratelli d'Italia (eletto con il 50,08%), mentre in quello di Merate era candidata Adele Gatti, ex sindaco di Airuno, che prese 31.597 voti (pari al 24,04%) misurandosi con Maurizio Lupi (allora vincitore con 66.963 voti, 50,71%). Quel che è cambiato veramente è il consenso del Partito Democratico: a questa tornata elettorale,  nel collegio lecchese il partito di Letta ha preso il 17,03% perdendo oltre quattro punti rispetto al2018. Allora la percentuale era stata del 21,26% per il collegio di Lecco e del  20,55% in quel di Merate. A Lecco città  è passato dal 25,78% al 21,13%. Ha invece incrementato i propri consensi +Europa, passata dal 2,59% al 3,14%.  La Sinistra in alleanza con i Verdi ha preso il 3,82%: Liberi e Uguali nel 2018 si era fermata al 2,72%. La lista di Di Maio, come per il Senato,  anche per Montecitorio "marca visita".

 

 

Terzo Polo: risultato a doppia cifra per Stefano Motta

Stefano Motta, ex sindaco di Brivio e di Calco, esponente di Italia Viva, candidato all'uninominale per il partito tandem Calenda-Renzi, si è guadagnato 24.742 voti, pari al 10,33% del consenso. Un risultato a doppia cifra, che dovrebbe vederlo personalmente soddisfatto considerato il traguardo prospettato ma non raggiunto dalla compagine del cosiddetto terzo polo a livello nazionale.

Venendo ai Cinquestelle: il candidato all'uninominale Giovanni Galimberti ha fatto il suo, portando a casa 13.610 voti pari al 5,68%. Cinque anni fa il Movimento nel territorio lecchese era stato forte del 18,77% nel collegio di Lecco (che vedeva candidato Costantino Anghileri) e del 18,75% in quello meratese (candidato Angelo Baiguini).

 

AGGIORNAMENTO ORE 10: Elezioni Senato della Repubblica: definitivo lo scrutinio delle schede nel Collegio Lombardia UO2 nel quale hanno votato anche i lecchesi. In tutto 1.011 sezioni.

Il senatore Paolo Arrigoni escluso

Licia Ronzulli si conferma vincitrice nell'uninominale  con 298.705 voti pari al 55,38%. Nella coalizione di centrodestra Fratelli d'Italia porta a casa un terzo della torta con il 29,57% (159.477 voti).   Forza Italia si contenta dell'8,31%, mentre la Lega registra un 16,41%. Un risultato, quest'ultimo, insufficiente per consentire al senatore uscente Paolo Arrigoni, di essere rieletto. Il territorio lecchese perde così, clamorosamente,  un alfiere che dava per scontato di avere a Roma per un'altra legislatura. Inevitabile gettare l'occhio a quello che era stato il risultato della Lega alle Politiche del 2018: nel collegio lecchese per il Senato (geograficamente diverso da quello attuale)  il Carroccio aveva registrato il 32,69%. Forza Italia era allora al 13,26%. Mentre Fratelli d'Italia, che pure aveva duplicato il suo tradizionale portato di voti, era 4,02%.  In cinque anni ha incrementato di sette volte. Noi Moderati si ferma all'1,09%: cinque anni fa il suo analogo Noi con l'Italia aveva totalizzato il  1,04%.

 

Centrosinistra: Pd al di sotto della Lega

Concetta Aurora Longo la candidata all'uninominale per la coalizione del Centrosinistra ha concluso la corsa con un 23,42% (126.324 voti).  Al di sotto della soglia auspicata il risultato del Pd, pari al  16,20% (87.4006 voti),  quasi cinque punti in meno rispetto al 2018 (20,99%), solo di qualche decimale al di sotto della Lega. +Europa di Emma Bonino è al 3,49% (18.825 voti) e rispetto a cinque anni fa  totalizza un punto percentuale in più. Alleanza Verdi Sinistra è arrivata al 3,42% (18.454 voti): nel listino plurinominale, in seconda posizione, correva il sindaco di Dolzago Paolo Lanfranchi. Un mero accenno di presenza per Impegno civico di Di Maio, uscito dalle urne con lo 0,30%

 

 

 

Terzo Polo: con Giuseppe Conti al 10,35%

Il terzo polo del tandem Renzi-Calenda vedeva candidato all'uninominale per Palazzo Madama Giuseppe Conti (solo omonimo del sindaco di Garlate): il risultato è stato pari al 10,35% (55.826 voti). Il movimento 5Stelle con Tommaso Leoni realizza il 5,77% (31.097 voti) , un quarto di quello che aveva riscosso nel 2018 con 19,08%. Sotto la soglia del tre per cento gli altri partiti.

 

Chiara affermazione del Centrodestra

Dopo la chiusura dei seggi alle 23 di ieri, domenica 25 settembre 2022, sono ancora in corso le operazioni di spoglio dei risultati delle elezioni politiche che vedranno per la prima volta la formazione di un parlamento a "ranghi ridotti". Il quadro non è definitivo ma è già chiara l'affermazione del centrodestra targato Fratelli d'Italia. Una vittoria a livello nazionale che al momento, secondo i dati disponibili, si replica anche in provincia di Lecco .

LEGGI ANCHE Election day: urne chiuse, spoglio in corso. L'affluenza definitiva alle 23 a Lecco. Votati in calo

Elezioni, vince il centrodestra che domina anche a Lecco

Per quanto riguarda il Senato, nel collegio uninominale che comprende Lecco è saldamente al comando il centrodestra con Licia Ronzulli che si avvia verso la vittoria. Segue il centrosinistra con Concetta Aurora Longo e doppia cifra per il lecchese Giuseppe Conti con il Terzo Polo. 

centrodestra
Foto 1 di 4
centrosinistra
Foto 2 di 4
3
Foto 3 di 4
4
Foto 4 di 4

Restringendo lo sguardo al solo capoluogo l'ordine non cambiano ma cambiano le percentuali: al momento nella città di Lecco il centrodestra ha il 45,96% (25,29% Fratelli d'Italia, 12,42% Lega, 6,61% Forza Italia, 1,98% Lupi). Il centrosinistra è a 29,69% (21,29% Pd, 4,74% Verdi Sinistra, 3,60% +Europa, 0,27% Impegno Civico). Terzo Polo 13,74%, Movimento 5 Stelle 5,89%.

Nel Lecchese salda in questo momento la vittoria del centrodestra anche per quanto riguarda l'uninominale della Camera. Appare praticamente scontata l'elezione di Maurizio Lupi. Niente da fare per la dem di Annone Lura Bartesaghi, per il sindaco di Calco Stefano Motta in campo con il terzo Polo e per il pentastellato Giovanni Galimberti .

centrodestra camera
Foto 1 di 4
centrosinistra camera
Foto 2 di 4
camera3
Foto 3 di 4
camera 4
Foto 4 di 4

Il focus sul capoluogo di provincia in questo momento fotografa questa situazione: centrodestra 46,17% (FdI 26,09%, Lega 11,88%, Forza Italia 6,83%,  Noi Moderati 1,96%). Il centrosinistra è a 29,53% (21,13% Pd, 4,72% Verdi Sinistra, 3,53% +Europa, 0,22% Impegno Civico). Terzo Polo 13,61%, Movimento 5 Stelle 6,01%.

Vittoria del centrodestra anche nei collegi Plurinominali  dove ora si attende l'assegnazione dei seggi.

 

Seguici sui nostri canali