Politica
Politica

De Capitani, il sindaco sceriffo, fuori dalla Lega

"Attualmente non mi sento di condividere gli ideali di nessun partito politico, ma condivido invece l'esperienza civica di un gruppo di amministratori comunali di centrodestra, mia area di riferimento".

De Capitani, il sindaco sceriffo, fuori dalla Lega
Politica Lecco e dintorni, 20 Giugno 2022 ore 20:04

Formalmente, come lui stesso sottolinea, non era mai stato un tesserato del Carroccio, ma è sempre stato vicino e ha sempre condiviso scelte e ideali del partito di Matteo Salvini. Oggi (in un momento storico-politico in cui  quel partito è in netto calo di consensi, anche dopo la sconfitta nei referendum  sulla Giustizia che ha promosso, ma che non si sono nemmeno avvicinati al quorum necessario), lunedì 20 giugno 2022 l'annuncio clamoroso: De Capitani, il sindaco sceriffo, fuori dalla Lega.

De Capitani, il sindaco sceriffo, fuori dalla Lega

Stiamo parlando del primo cittadino di Pescate Dante de Capitani (rieletto per il terzo mandato durante la tornata amministrativa dell'ottobre 2021) che con una nota ha siglato  la rottura con la Lega.

"Ho intrapreso un percorso che mi ha portato fuori dalla Lega che era il mio partito di riferimento, pur non essendo iscritto - ha sottolineato  in serata il sindaco -  Sono quindi uscito da tutte le chat della Lega, sia provinciali che regionali".

Una scelta di campo netta quindi anche se De Capitani conferma un orientamento di  centrodestra pur non aderendo ad altre formazioni partitiche come Fratelli d'Italia o Forza Italia.

"Attualmente non mi sento di condividere gli ideali di nessun partito politico, ma condivido invece l'esperienza civica di un gruppo di amministratori comunali di centrodestra, mia area di riferimento".

Una esperienza civica quindin che guarda a quell'insieme di sindaci  senza alcuna tessera di partito, ma che non si riconoscono nel "campo" del centrosinistra.

Diversi destini

Solo pochi giorni fa invece erano stati diversi gli amministratori, del Lago e della Valsassina, che avevano deciso di aderire al Carroccio. Stiamo parlando di Ferruccio Adamoli,  Presidente dell’assemblea Comunità Montana Valvarrone; Fabio Canepari, Presidente Comunità Montana Barzio; Martino Colombo, Sindaco Pagnona: Davide Combi, Vicesindaco Moggio; Roberto Combi, Sindaco Cassina;  Mattia Ferraroli, Consigliere comunale Bellano; Sergio Galperti, Sindaco Cortenova;  Pierluigi Invernizzi, Sindaco Cremeno;  Osvaldo Pavoni, Vicesindaco Taceno; Pietro Pensa, Sindaco Esino; Nico Pensotti, Assessore Margno e Dino Pomi, Vicesindaco  Parlasco. Ancor prima di loro, a settembre   2021 alla Lega erano passati il consigliere regionale Mauro Piazza e Daniele Nava.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter