Politica
POLITICA

Ballabio: in attesa del commissariamento Bussola revoca la delega a Consonni

"Ad Alessandra Consonni la responsabilità dell’onta del commissariamento di Ballabio, ormai inevitabile.”  

Ballabio: in attesa del commissariamento Bussola revoca la delega a Consonni
Politica Valsassina, 27 Giugno 2022 ore 16:06

Il finale "fratricida",  giusto per usare un linguaggio da tragedia greca, si è consumato venerdì con la seconda bocciatura del principale documento economico programmatico di ogni Amministrazione comunale. Ma gli strascichi, o per meglio dire, i colpi di coda in attesa dell'intervento prefettizio, si sono fatti sentire anche nel pomeriggio di oggi, lunedì 27 giugno 2022. Stiamo  parlando del terremoto politico che ha scosso Ballabio e non solo con la caduta della Giunta diretta dal primo cittadino Giovanni Bruno Bussola.

Ballabio: in attesa del commissariamento Bussola revoca la delega a Consonni

Ebbene oggi proprio Bussola,  in attesa del prossimo commissariamento per Ballabio, ormai inevitabile, vista la non approvazione del Bilancio di previsione 2022/2024 in ben due sedute comunali (ricordiamo  che sul tavolo ci sono  l'aumento delle indennità di sindaco e Giunta  considerato "incompatibile con l'impegno di Nuovo Slancio a non accrescere i costi della pubblica amministrazione" e sullo sfondo il progetto di ampliamento della ditta Combi Arialdo),  ha deciso  di revocare la delega di assessore all'Istruzione  ad Alessandra Consonni.

Il "conflitto"

Quest'ultima, come ormai noto, ex sindaco prima di Bussola, è entrata in conflitto aperto  con il suo successore.

E' stata lei in un certo senso a guidare  la "rivolta" degli ex consiglieri di maggioranza Luca Pirovano e Marco Pedrazzini che, insieme al gruppo di opposizione (guidato dal segretario provinciale del Partito Democratico Manuel Tropenscovino) hanno detto due volte no, il 30 maggio e poi ancora la scorsa settimana, al Bilancio del Comune di Ballabio.

 

Il commento dei sindaco uscente

“Una revoca legittima e non più procrastinabile – commenta  senza nascondere la propria profonda amarezza il primo cittadino– In due mesi di attacchi pubblici, da parte dell’assessore Consonni, ho sempre atteso e sperato che la stessa potesse ravvedersi, mettendo da parte il suo astio nei miei confronti, per il bene di Ballabio. Invece così non è stato e nello scorso consiglio comunale ha sancito, di fatto, la caduta di questa Amministrazione".

Bussola punta il dito senza fare sconti

Dura e senza appello la chiosa del sindaco. "Ad Alessandra Consonni la responsabilità dell’onta del commissariamento di Ballabio, ormai inevitabile.”

LEGGI ANCHE

Consonni replica a Bussola: "Il tuo problema sei tu, record di rotture in Giunta"

Crisi a Ballabio, il sindaco Bussola: "Io non mi piego, non mi dimetto"

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter