Cronaca
Lecco

Violenza in centro: scatta l'ordinanza. Chiuso il passaggio del Vallo, vietato bivaccare in via Volta

I divieti rimarranno (al momento) in vigore fino al prossimo 30 settembre. E per chi sgarra? Sono previste multe fino a 480 euro

Violenza in centro: scatta l'ordinanza. Chiuso il passaggio del Vallo, vietato bivaccare in via Volta
Cronaca Lecco e dintorni, 12 Luglio 2022 ore 17:27

Era stata annunciata la scorsa settimana in un summit congiunto del sindaco Mauro Gattinoni e degli assessori Simona Piazza ed Emanuele Manzoni. La sua imminente entrata in vigore era stata ribadita anche ieri sera, durante la seduta del Consiglio comunale. Ed oggi, martedì 12 luglio, con la pubblicazione ufficiale è entrata in vigore. Stiamo parlando dell'ordinanza firmata dal sindaco di Lecco che ha l'obiettivo di dare un freno all'escalation di violenza in centro  ed in particolare nei pressi di Palazzo Bovara, tra via Volta, piazza Diaz, Via Cavour e anche la stazione ferroviaria cittadina.

Escalation di violenza in centro: scatta oggi l'ordinanza

Una zona da tempo in "balia" di bande di giovani che bivaccano, ma che nelle ultime settimane è stata anche teatro di due gravi aggressioni (l'ultima sola l'atra notte) con due uomini finiti in ospedale in condizioni serie con ferite provocate da colli di bottiglia.

LEGGI ANCHE Ancora sangue e violenza a pochi passi dal Comune di Lecco: 30enne in ospedale

L'ordinanza  parte appunto dalla presa coscienza che "sotto i portici di via Volta altezza civici n.1/5 e nelle aree private ad uso pubblico interne ai condomini che collegano pedonalmente la biblioteca e il giardino interno con accessi da via Cavour e via Mascari"  nelle ultime settimane si sono verificate risse, aggressioni e comportamenti che pregiudicano il decoro della zona.

Gli esposti dei residenti

Non solo ma dal testo emerge anche che i residenti della zona, esasperati, hanno segnalato all'Amministrazione "situazioni di disturbo della quiete pubblica, di degrado e di alterazione del decoro urbano, dovuti alla presenza e comportamento di numerose persone sotto i portici e nelle aree interne condominiali ad uso pubblico, che danno origine a fenomeni di allarme sociale, con conseguente compromissione della qualità della vita delle persone residenti in zona e delle comuni regole di vita civile".

Situazioni queste che sono all'attenzione delle forze dell'ordine la cui attività necessita, a detta dell'Amministrazione di essere "coadiuvata ulteriormente dall’adozione di un provvedimento che contribuisca a garantire la ricostituzione delle condizioni di vivibilità necessarie all’eliminazione dei fattori che determinano, nelle zone di cui sopra, quella situazione di grave degrado urbano che a sua volta costituisce minaccia per l’incolumità dei cittadini"

Chiuso il passaggio del Vallo, vietato bivaccare in via Volta

Considerazioni che hanno quindi portato all'estensione dell'ordinanza che prevede:

1)il divieto di accesso pedonale alle aree private ad uso pubblico interne ai condomini di via Volta civici 1/5, eccetto coloro che devono accedere a qualunque titolo ai condomini stessi;

2) la chiusura permanente dei cancelli pedonali e carrai dei condomini di via Volta n.1/5, nonché dei cancelli pedonali di accesso alla biblioteca dal Vallo delle Mura e dal giardino interno collegato a via Cavour e Via Mascari;

3) il divieto di comportamenti che limitano e impediscono l’accesso alle abitazioni e agli esercizi, arrecando intralcio o disturbo, sedendosi, sdraiandosi o bivaccando sotto i portici di Via Volta n.1/5 e nel passaggio pedonale della galleria che collega via Volta e Piazza Stazione.

Le sanzioni

I divieti rimarranno (al momento) in vigore fino al prossimo 30 settembre. E per chi sgarra? Sono previste multe fino a 480 euro " fatta salva l’applicazione delle ulteriori sanzioni per le violazioni di speciali disposizioni legislative o regolamentari"

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter