Cronaca
Ennesimo episodio

Ancora sangue e violenza a pochi passi dal Comune di Lecco: 30enne in ospedale

Sembra un copione già visto, con una lite che degenera e sanitari e forze dell'ordine che devono precipitarsi a sirene spiegate  tra la fine di via Cavour, piazza Diaz e via Volta a Lecco

Ancora sangue e violenza a pochi passi dal Comune di Lecco: 30enne in ospedale
Cronaca Lecco e dintorni, 11 Luglio 2022 ore 13:21

Ancora sangue e violenza a pochi passi dal Comune di Lecco. Sembra un copione già visto, con una lite che degenera e sanitari e forze dell'ordine che devono precipitarsi a sirene spiegate  tra la fine di via Cavour, piazza Diaz e via Volta a Lecco, davanti a Palazzo Bovara, sede dell'Amministrazione comunale.

Ancora sangue e violenza a pochi passi dal Comune di Lecco

L'ennesimo episodio è avvenuto nella notte tra domenica 10 e lunedì 11 luglio 2022. A rimanere ferito durante una aggressione, forse sfociata al termine di una animata discussione, è stato un 30enne che è stato trasferito intorno all'una e mezza di questa notte  all'ospedale di Lecco in codice giallo, quindi in condizioni serie, seppur non critiche, all'ospedale Manzoni di Lecco.

L'uomo avrebbe riportato delle ferite da taglio ad un braccio e avrebbe perso molto sangue. Come detto sembra una scena già vista, solo pochi giorni fa e solo a pochi metri di distanza dal luogo dell'aggressione avvenuta stanotte.

LEGGI ANCHE Giovane ferito a sangue con un collo di bottiglia in centro Lecco

Stiamo parlando dell'accoltellamento, o per meglio dire del ferimento forse con un coccio di bottiglia rotta avvenuto l'altra settimana in via Dante. In quel caso, a finire in ospedale era stato un ragazzo di 29 anni.

Un escalation di violenza che ha spinto l'Amministrazione comunale di Lecco a intensificare le misure di sicurezza nella zona con pattugliamenti, telecamere e divieto di assembramenti nei viali dei Palazzi di via Volta. Provvedimenti che sono stati annunciati dal sindaco, dalla vice Simona Piazza, che è anche  assessore alla Polizia Locale e dal titolare del dicastero al Welfare Emanuele Manzoni.

"I protagonisti degli episodi avvenuti nelle scorse settimane in centro sono giovani (ma non solo) - ha spiegato  Gattinoni - e ci sono sia stranieri che italiani. Alcuni sono lecchesi altri giungono da fuori, viaggiano con il treno e si fermano alla vicina stazione".

E ancora. "Abbiamo indetto subito il Tavolo sulla sicurezza in Prefettura e sono stati messi in atto pattugliamenti e controlli che hanno fortemente ridotto i fenomeni di violenza e gli eventi che ci erano stati segnalati dai residenti. Lo stesso, come ricorderete, è avvenuto in viale Turati dove fino a 4/5 mesi fa vi erano risse e scontri. Ma grazie ad un’operazione di polizia che ha assicurato alla giustizia due spacciatori la zona è tornata tranquilla".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter