Lecco

Baby Gang, nuove polemiche: sparano "razzi" davanti alla chiesa

Fa discutere il flash mob organizzato dal rapper nei pressi della chiesa dei Capuccini, durante il quale sono stati sparati fuochi d'artificio finiti contro un palazzo

Cronaca Lecco e dintorni, 26 Luglio 2021 ore 10:06

Sparano "razzi" davanti alla chiesa, piovono nuove polemiche sul rapper lecchese di origini marocchine Baby Gang, classe 2001,  già noto alle cronache per diversi episodi  come l'indagine a suo carico dopo l'assembramento per il video musicale e sassi contro la polizia  in piazzale Selinunte a Milano lo scorso  10 aprile. 

 

Sparano "razzi" davanti alla chiesa, nuove polemiche su Baby Gang. Sgomenti i fedeli che entravano in chiesa

Fa discutere il flash mob organizzato dal rapper (che a iniziato a fare  musica nel periodo prima di entrare nel carcere minore “Beccaria” di Milano)  nel pomeriggio di ieri, domenica 26 luglio 2021, nei pressi della chiesa dei Cappuccini, durante il quale sono spuntati fuochi d'artificio e razzetti finiti contro un palazzo.

Tutto è accaduto davanti agli occhi sgomenti dei fedeli che si accingevano a entrare in chiesa per la messa. A quel punto sono intervenute le forze dell'ordine per disperdere i presenti.

Sparano "razzi" davanti alla chiesa, nuove polemiche su Baby Gang

 

LEGGI ANCHE Video choc girati a Lecco con mitragliatori e macheti: 10 indagati e un arrestato VIDEO

Zamperini: "Fatti così non devono rimanere impuniti"

L’episodio non mancherà di suscitare nuove polemiche. "Non ho nulla da dire contro la voglia dei giovani di divertirsi - ha commentato il consigliere comunale di Lecco di Fratelli d'Italia Giacomo Zamperini - ma questo non è divertimento, è un episodio di delinquenza. Fatti così non possono cadere nel silenzio e rimanere impuniti".

Servizio completo con i particolari di cronaca nell'edizione cartacea del Giornale di Lecco in edicola da oggi, lunedì 26 luglio. CLICCA QUI PER LA VERSIONE DIGITALE