Menu
Cerca

Incidente in Statale 36 dopo il Motoraduno: Sandrine e Daniele hanno abbracciato “l’angelo guzzista”

"Questo weekend finalmente, Dario è venuto a trovarci per due giorni - racconta Sandrine - È stato emozionante da entrambe le parti. Siamo finiti in un grande abbraccio. Da una disgrazia, ad una amicizia unica che ci legherà per sempre". 

Incidente in Statale 36 dopo il Motoraduno: Sandrine e Daniele hanno abbracciato “l’angelo guzzista”
Cronaca Lecco e dintorni, 27 Gennaio 2020 ore 11:37

Dopo quasi cinque mesi Sandrine Poli e Daniele Tomiello hanno potuto finalmente abbracciare il loro «angelo guzzista» Dario. La coppia di motociclisti, residenti a Sostegno in provincia di Biella, infatti era stata vittima di un rocambolesco incidente avvenuto a settembre 2019 sulla Statale 36. Dopo un accorato appello, diffuso anche dal Giornale di Lecco, erano riusciti a trovare il loro salvatore e proprio lo questo  weekend  lo hanno finalmente incontrato e abbracciato. Per ringraziarlo gli hanno fatto anche un bellissimo omaggio: una targa che porta impressa la loro immensa riconoscenza.

LEGGI ANCHE Auto colpita da un sasso sulla Statale 36: paura per un lecchese FOTO

LEGGI ANCHE Grave incidente dopo il motoraduno: ritrovato “l’angelo guzzista”

Incidente in Statale 36 dopo il Motoraduno: Sandrine e Daniele hanno abbracciato «l’angelo guzzista»

Il drammatico incidente risale 7 settembre 2019: Sandrine e Daniele erano reduci dal grande Motoraduno Guzzi andato in scena a Mandello. Stavano rientrando a casa  in sella alla loro Moto Stelvio quando, all’altezza di Monza, erano rimasti coinvolti in un terribile sinditroche provocò loro importanti ferite (un trauma cranico e tre costole rotte per la centaura, mentre il marito Daniele riportò un trauma alla mano e ai testicoli dovuto al serbatoio). A soccorrerli però, ancora prima dell’intervento dei sanitari, era stato uno sconosciuto «che era dietro di noi al momento dell’incidente, ed è stato straordinario, unico… aveva un California e un casco giallo…», aveva raccontato Sandrine una volta che si era ripresa.  Moglie e marito erano poi stati trasferiti d’urgenza al san Gerardo di Monza e avevano perso le tracce del «buon samaritano su due ruote».

Il tanto atteso incontro

Dopo l’appello in rete la coppia è riuscita però a trovare il proprio «angelo guzzista» e lo scorso weekend anche ad incontrarlo e ringraziarlo di persona. “Questo weekend finalmente, Dario è venuto a trovarci per due giorni – racconta Sandrine – È stato emozionante da entrambe le parti. Siamo finiti in un grande abbraccio. Da una disgrazia, ad una amicizia unica che ci legherà per sempre”.