Fabrizio Riva è il primo dei Bastard, ma poi va all’altare

Il triathleta lecchese si è sposato con Elisa Bombelli

Fabrizio Riva è il primo dei Bastard, ma poi va all’altare
Lecco e dintorni, 24 Luglio 2018 ore 09:33

Fabrizio Riva è il primo Bastard, ma poi va all’altare

Fabrizio Riva è il primo Bastard, ma poi va all’altare

Vince l’11^ Bastard Cup al giovedì, ma venerdì si presenta puntualmente in comune a Lecco per sposare la splendida Elisa Bombelli. Perché la Bastard è la gara clandestina organizzata dalla 2Slow che sta alle origini della Resegup e non una competizione per “traditori” dell’ultima ora. E il vincitore Fabrizio Riva, con vent’anni alle spalle da agonista nel triathlon, si era adeguatamente preparato al fatidico sì con nove anni di  fidanzamento.

Fatale una nuotata in pausa pranzo

Sportiva? «Assolutamente no – racconta il lecchese – mi guarda di traverso e cerca di comprendere. Anche se ci siamo conosciuti in piscina. Nove anni fa ha nuotato in pausa pranzo e l’anno dopo ha smesso». Lui invece ha detto addio al triathlon lo scorso maggio. «Sentivo che il motore era affaticato, complici i tanti impegni fra casa e lavoro».

La sua carriera

Fabrizio Riva ha detto stop al triathlon lo scorso maggio. Le cartoline ricordo più belle? «Il podio assoluto a squadre agli Italiani col Peperoncino Team nel 2006, dove sono stato utile nelle frazioni di nuoto e in bici. E’ la gioia di una medaglia di federazione. E due anni fa la distanza mai approcciata, la mia ultima sparata con l’IronMan di Mallorca, preparato in sei mesi e senza aspettative”. Sul giornale di Lecco in edicola l’intervista completa a Fabrizio.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia