Politica
L'intervento

Turismo, Piazza: "Ma l'ostello di Lecco a che punto è?"

"Nonostante i numerosi annunci da parte dell’amministrazione Gattinoni sulla prevista apertura che, ahinoi, doveva avvenire nella scorsa primavera, dell'ostello nessuno ne sente più parlare"

Turismo, Piazza: "Ma l'ostello di Lecco a che punto è?"
Politica Lecco e dintorni, 18 Gennaio 2023 ore 17:45

Di Mauro Piazza, consigliere regionale uscente e ora candidato con la Lega per le prossime elezioni di febbraio

In questi anni come amministrazione regionale tanto abbiamo fatto per lo sviluppo in ottica turistica del nostro territorio con importanti finanziamenti: 30 milioni di euro in Valsassina per la valorizzazione degli sport invernali e l’outdoor, 17 milioni per le infrastrutture a servizio dell’area del Lario orientale e oltre 2 milioni per i Piani Resinelli mettendo così nelle condizioni le amministrazioni locali di favorire l'afflusso di turisti sulle nostre sponde del lago e sulle nostre montagne. -  In tutto questo faticoso lavoro vi è però un cruccio che, come lecchese, mi lascia l’amaro in bocca: l’ostello di Lecco “.

In prima persona grazie al lavoro di squadra con Antonio Rossi e Antonello Formenti, mi sono battuto affinché l’ostello cittadino uscisse dall’impasse a cui era destinato, affidando la gestione dei lavori di ristrutturazione all’ALER di Bergamo- Lecco- Sondrio attraverso un apposito aggiornamento dell’accordo di programma originario. Ora però nonostante i numerosi annunci da parte dell’amministrazione Gattinoni sulla prevista apertura che, ahinoi, doveva avvenire nella scorsa primavera, dell'ostello nessuno ne sente più parlare: il Comune di Lecco cosa sta facendo? Passeggiando lungo Corso Giacomo Matteotti tutto sembra essere pronto, ma al momento nessuno della Giunta parla di più di quest’infrastruttura strategica e anzi, i tempi sembrano essere lunghi e non certi”.

 

“L’ostello non solo rafforzerebbe l’offerta turistica cittadina, ma potrebbe essere sfruttato anche quale luogo sociale di accoglienza e ospitalità per i tanti studenti fuori sede, che da oltre 100 paesi del mondo hanno studiato e studiano nel nostro polo territoriale per formarsi: una necessità che mai come quest’anno è stata impellente, ma che purtroppo non si è potuta mettere a sistema; un’occasione persa, l’ennesima da parte della Giunta Gattinoni”.

Mauro Piazza

Seguici sui nostri canali