Lecco

Ricorso al Tar respinto, Palazzo Bovara: “La sentenza certifica il corretto operato degli uffici comunali”

Le operazioni di voto (e la loro pianificazione in un periodo molto particolare considerata l'emergenza sanitaria) si sono svolte quindi in modo corretto. Ovunque, anche  anche nei seggi "contestati" dai ricorrenti, ovvero quelli legati alla casa di riposo Airoldi e Muzzi.

Ricorso al Tar respinto, Palazzo Bovara: “La sentenza certifica il corretto operato degli uffici comunali”
Politica Lecco e dintorni, 02 Dicembre 2020 ore 14:18

La certificazione del corretto operato degli uffici. Questo, in estrema sintesi, è il “commento” che arriva da Palazzo Bovara dopo l’ ufficializzazione del respingimento del ricorso al Tar presentato dal centrodestra contro la proclamazione a sindaco di Lecco Mauro Gattinoni. Le operazioni di voto (e la loro pianificazione in un periodo molto particolare considerata l’emergenza sanitaria) si sono svolte quindi in modo corretto, sottolineano dal Comune di Lecco. Ovunque, anche  anche nei seggi “contestati” dai ricorrenti, ovvero quelli legati alla casa di riposo Airoldi e Muzzi di Lecco.

LEGGI ANCHE Il Tar respinge il ricorso del centrodestra contro l’elezione del sindaco Mauro Gattinoni

Ricorso al Tar respinto, Palazzo Bovara: “La sentenza certifica il corretto operato degli uffici comunali”

Ecco la nota integrale del Comune:

>In relazione al ricorso presentato contro il Comune di Lecco per l’annullamento delle operazioni e degli atti del procedimento elettorale per l’elezione del Sindaco e del Consiglio comunale di Lecco, tenutosi i giorni 23/24 settembre e 6 ottobre 2020 si comunica che, con sentenza n. 1910 emessa in data odierna, il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia (Sezione Terza) si è pronunciato sul ricorso respingendolo integralmente poiché ritenuto in parte infondato e in parte inammissibile.
Il ricorso era stato presentato da Fabrizio Arrigoni (lista “Lecco Ideale Peppino Ciresa Sindaco”), Fulvio Lucidi (lista “Lega Salvini Lombardia”), Giuseppe Mambretti (lista “Lecco Merita di Più”) e Massimo Sesana (lista “Fratelli d’Italia”) per l’annullamento delle operazioni e degli atti del procedimento elettorale per l’elezione del Sindaco e del Consiglio comunale di Lecco, dei verbali dell’Ufficio centrale elettorale del 6 ottobre 2020 e del 23/24 settembre 2020, dei verbali delle operazioni elettorali della sezione 35 del primo e del secondo turno, di tutti i verbali delle operazioni elettorali dell’Ufficio centrale elettorale del primo e secondo turno, della delibere di convalida degli eletti e di tutti gli atti presupposti, connessi e conseguenziali del responsabile dell’ufficio elettorale comunale al fine di ottenere la ripetizione delle operazioni di voto.

 Tale sentenza dà ragione del corretto operato degli uffici comunali in ordine all’intera procedura elettorale, resa quest’anno ancor più complessa per l’emergenza covid-19. In particolare, con riferimento allo spostamento della sezione 35 “Airoldi e Muzzi”, il Giudice amministrativo non solo ha rilevato la corretta gestione formale del seggio e del seggio speciale 35/s, ma ha valutato nel merito la richiesta presentata dal Presidente della R.S.A. “giustificata e ragionevole” visto il contesto generale di pandemia.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità