Il momento di spendere

Provincia di Lecco non più "inutile": dalle sue casse 3,5 milioni di euro per strade e scuole

400mila euro per cominciare a sistemare le gallerie. Oltre un milione per la messa in sicurezza degli istituti scolastici superiori. 700mila euro per riqualificare Villa Locateli e 200mila per partecipare al bando statale per Villa Monastero.

Provincia di Lecco non più "inutile": dalle sue casse 3,5 milioni di euro per strade e scuole
Politica Lecco e dintorni, 13 Luglio 2021 ore 13:58

Dopo gli anni della mortificazione, decretati dalla mezza riforma Derio, l'ente Provincia di Lecco torna ad avere soldi nel portafoglio, ma soprattutto a poterli spendere liberamente. Ieri sera, lunedì 12 luglio 2021, il Consiglio di Villa Locatelli ha deliberato l'investimento nell'anno in corso di oltre 3,5 milioni di euro, principalmente in viabilità e scuole. La somma, non bruscolini, è direttamente attinta dall'avanzo di amministrazione 2020.

LEGGI ANCHE Autobus in fiamme nella galleria Fiumelatte: 25 ragazzini salvati dall'autista eroe. Il video dei pompieri nell'inferno di fuoco

Provincia di Lecco di nuovo al centro

II presidente della Provincia di Lecco Claudio Usuelli

Stamane, sempre a Villa Locatelli, il presidente Claudio Locatelli, insieme ai consiglieri delegati ai diversi settori di competenza provinciale, ha sottolineato alla stampa locale quello che pare essere finalmente un punto di svolta "Nonostante provincie siano state vituperate come elementi inutili, ecco che dimostrano invece, ancora una volta, la loro centralità e sussidiarietà con gli enti territoriali. Ringrazio gli uffici e i consiglieri qui presenti per il risultato: si è lavorato pancia terra per spendere questo tesoretto nel modo più nobile, nell'interesse dei cittadini della provincia e di chi a vario titolo attraversa il nostro territorio". Nel dettaglio della spesa, Usuelli ha rilevato le priorità alle quali la Provincia ha guardato per destinare e tre milioni e mezzo di euro a disposizione: "Sicurezza e vivibilità delle scuole. Sicurezza sulle strade, unita a una viabilità più fluida che possa contribuire alla ripresa economica del territorio". Senza dimenticare l'ambiente, anche qui ponendo attenzione alla sicurezza messa a rischio dalla fragilità idrogeologica: "Paghiamo il conto di quanto non fatto nei decenni precedenti - ha detto Usuelli - vero è che le cambiali prima o poi vanno pagate".

3,5 milioni liberamente spendibili

Il consigliere Giuseppe Scaccabarozzi (Bilancio) ha sottolineato l'eccezionalità di questi 3,5 milioni liberamente spendibili. In realtà Villa Locatelli lo scorso anno, grazie a circostanze favorevoli (maggiori contributi statali, minori spese invero dovute in somma parte all'emergenza Covid), ne aveva avanzati anche di più: 3.900.000 euro. "Ne teniamo da parte 400mila per le emergenze" ha spiegato Scaccabarozzi.

400mila euro per le gallerie

Provincia di Lecco
Mattia Micheli

Il consigliere Mattia Micheli  ha dettagliato l'elenco degli interventi finanziati sul fronte della viabilità. "Si è cercato di trovare risposte concrete a bisogni del territorio. Oggi riusciamo per la prima volta, dopo tanto tempo, a metterci risorse nostre, potendo così programmare interventi molto sentiti da nord a sud della provincia". Dunque 500mila finanzieranno opere di messa in sicurezza della Sp 72 Pescate-Olgiate Molgora, 250mila analoghi interventi sulla Sp 181 per Erve. Importanti i 400mila euro con i quali si metterà finalmente mano alle gallerie ("A partire da quelle più lunghe, più problematiche") per avviare le verifiche tecnologiche necessarie. Cinquantamila euro per i piccoli interventi di manutenzione straordinaria, mentre altri 50mila saranno girati sotto forma di contributo ai Comuni. "Da anni non riuscivamo a farlo, succedeva anzi il contrario - ha  rimarcato Micheli - Questi 50mila sono simbolici, perché rimettono la Provincia al centro di una serie di richieste da parte dei Comuni che rappresentano il territorio. Sono dunque il sintomo di un buon inizio".

Scuola: oltre un milione e si progetta la nova sede di Villa Greppi

Felice Rocca

Sul fronte scuola, la parola è passata a Felice Rocca. Oltre un milione i soldi impiegati in questo comparto, "una goccia nel mare delle necessità, ma che ci permetterà di recuperare parte del terreno perduto" ha spiegato il consigliere provinciale. Nel dettaglio: 130mila euro di contributo ad Apaf per la manutenzione straordinaria del Cfpa di Casargo; 83mila euro ad integrare i cosiddetti "fondi frontalieri", contributi in conto capitale destinati a far fronte alle piccole emergenze degli istituti, dall'adeguamento dei laboratori alla sistemazione degli infissi, all'estensione dei cablaggi; 450mila euro per il rifacimento degli anelli antincendio agli istituti di scuola superiore "Agnesi" di Merate, "Marco Polo" di Colico e "Bachelet" di Oggiono; 320mila euro per commissionare gli studi tecnici di fattibilità finalizzati alla realizzazione di una nuova sede per l'istituto Villa Greppi di Monticello e di una nuova ala in cui troverà spazio il nuovo corso di Agraria del "Marco Polo" di Colico. A quest'ultimo proposito, Rocca ha ricordato come "negli ultimi anni ci sono stati bandi di finanziamento per il rifacimento della edilizia scolastica ai quali non abbiamo potuto partecipare perché non eravamo pronti con i progetti". Ora, un piano pronto nel cassetto farà senz'altro da volano per ottenere ulteriori risorse dal Ministero piuttosto che dalla Regione. Altri 200mila euro saranno poi impiegati "per restituire a 2400 studenti gli spazi sportivi esterni agli istituti Agnesi e Viganò che per mancanza di fondi la Provincia non era riuscito a mantenere".

700mila euro dalla Provincia di Lecco per restaurare Villa Locatelli

Provincia di Lecco
Il vicepresidente Bruno Crippa

Ma se è arrivato il momento di spendere per strade e scuole, non significa che qualche "spicciolo" non possa essere destinato ad altro. In primis spiccano i 700mila euro per riqualificare Villa Locatelli, "per metterla in sicurezza e dare una identità anche fisica alla nostra Provincia" ha detto il vicepresidente Bruno Crippa (Pd). "Questa delibera di stanziamento di risorse rappresenta un salto di qualità per noi. Questo elenco di interventi è stato costruito anche ascoltando i Comuni e i consigli degli istituti scolastici. Si è davvero fatto uno sforzo collettivo per allocare le risorse disponibili nei settori dove la Provincia ha competenze piene" ha fatto presente Crippa. "Questo consiglio sta giungendo a fine mandato, lasceremo a chi ci succederà una eredità di progetti e risorse. Dovremmo poi fare i conti con il Piano nazionale di Resistenza e Resilienza, sulla scorta del quale arriveranno tanti bandi: noi abbiamo creato le condizioni per beneficiarne, bisogna solo sperare che certe burocrazie vengano eliminate e le risorse vengano erogate direttamente alla Provincia"

La Provincia di Lecco è viva, utile e indispensabile

Stefano Simonetti

Anche per Stefano Simonetti (Lega) "l'aria è cambiata". "La Provincia non è più un ente inutile da cancellare. Questa delibera dice questo: la Provincia di Lecco è viva, utile e indispensabile perché ente di collegamento tra Comuni e Regione". Per l'ambiente di cui Simonetti ha la delega, sono stati stanziati 100mila euro a miglioramento dei centri di raccolta dei rifiuti. "Per il progetto di rigenerazione del bacino lacustre a ovest di Annone, auspichiamo che la spesa venga interamente coperta dalla Regione, diversamente interverremo noi".

200mila euro alla cultura (Villa Monastero)

Ancora, 200mila euro andranno indirettamente alla Cultura, ovvero a coprire le spese di progettazione e cofinanziamento (partecipando a un bando statale) per opere di manutenzione straordinaria di Villa Monastero a Varenna.

E la Bergamo Lecco? Dei 9 milioni stanziati per il triennio dalla Regione, 3 milioni saranno anticipati nel 2021 e 2022 per essere destinati alla progettazione, il che eviterà alla Provincia di dover attingere a proprie risorse. "Stiamo interloquendo con Anas e il Ministero per la convenzione preliminare alla progettazione" ha resocontato Mattia Micheli. "Se ci troveremo ancora ad ad avere a che fare con lungaggini, valuteremo in da farsi per un'azione diretta"

Usuelli: "La squadra di Villa Locatelli unita come gli azzurri di Mancini"

Chiosa calcistica per il presidente Usuelli che ha tracciato un'analogia tra la squadra di Mancini neo campione d'Europa e il Consiglio provinciale insediato a Villa Locatelli: "Questo Consiglio provinciale ha davvero lavorato con unità di intenti, ciascuno per la propria parte, insieme per la provincia di Lecco. Siamo diversi tra noi, ma di una diversità che dà modo di ragionare, confrontarsi e arrivare ad un risultato condiviso". Tutti in campo, a puntare nella stessa rete, insomma come la Nazionale.