Politica
Villa Locatelli

La posizione della Provincia: "Il provvedimento autorizzativo è un atto dovuto"

L'ingegner Valsecchi: "Tutti gli aspetti oggettivi risultano rispondenti ai dettami normativi"

La posizione della Provincia: "Il provvedimento autorizzativo è un atto dovuto"
Politica Lecco e dintorni, 23 Maggio 2020 ore 15:32

Un atto dovuto. Questa, in estrema sintesi la precisione che arriva da Villa Locatelli in merito alla vicenda relativa alla Conferenza dei Servizi per la ditta Pozzi Virginio Strade srl sulla realizzazione di un deposito di inerti nella Cava di Chiuso.

La posizione della Provincia: "Il provvedimento autorizzativo è un atto dovuto"

“La Direzione organizzativa IV della Provincia di Lecco è stata incaricata di dar corso ai procedimenti occorrenti e prodromici alla valutazione ed eventuale autorizzazione di quanto richiesto della ditta Pozzi Virginio Strade s.r.l. in merito all’autorizzazione unica per nuovo impianto di recupero di rifiuti non pericolosi nel territorio comunale di Lecco (riferimento articolo 208 del decreto legislativo 152/2006) - puntualizza il presidente della Conferenza dei Servizi Angelo Valsecchi -  Lo scorso 18 maggio si è tenuta la Conferenza dei Servizi conclusiva, che è terminata con l’autorizzazione a maggioranza di quanto richiesto dalla ditta Pozzi. l provvedimento autorizzativo è un atto dovuto sulla base dei pareri resi dai soggetti invitati alla Conferenza, in quanto tutti gli aspetti oggettivi risultano rispondenti ai dettami normativi; inoltre tali aspetti oggettivi risultano anche misurabili e quantificabili in fase di esercizio dell’attività autorizzata”.