Virus ed economia

Protesta “virtuale” di parrucchieri, estetisti, tatuatori lecchesi

Manifestazione online contro la decisione del Governo di concedere la riapertura delle attività a partire dal 1° giugno.

Protesta “virtuale” di parrucchieri, estetisti, tatuatori lecchesi
Lecco e dintorni, 07 Maggio 2020 ore 12:00

Continua l’azione di pressing da parte di Confartigianato affinché, nel rispetto delle norme di sicurezza, le imprese appartenenti alla categoria Benessere possano riprendere con la loro attività il prima possibile. Confartigianato ha già presentato al Governo un protocollo in cui sono contenute le proposte per lavorare in sicurezza, con la tutela assoluta degli imprenditori stessi, dei loro collaboratori e dei clienti. Inoltre, sono stati sollecitati ad intervenire sul tema i parlamentari di ogni territorio, ovviamente compresi i rappresentanti politici di Lecco.

LEGGI ANCHE “Riapriamo prima dell’1 giugno”: ecco le proposte di parrucchieri ed estetisti

Protesta “virtuale” di parrucchieri, estetisti, tatuatori lecchesi

Per tenere alta l’attenzione sul tema, Confartigianato Imprese Lecco propone per le aziende appartenenti alla Categoria Benessere – Acconciatori, Estetisti, Tatuatori – un incontro virtuale di “protesta” contro la decisione del Governo di concedere la riapertura delle attività a partire dal 1° giugno.

L’incontro online si terrà venerdì 8 maggio dalle ore 11 alle 12. Interverranno Daniele Riva, presidente Confartigianato Imprese Lecco; Tiziana Chiorboli, Presidente di Confartigianato Acconciatori e Confartigianato Benessere; Giuseppe Lacorte, presidente categoria Benessere Confartigianato Imprese Lecco;
Vittorio Tonini, segretario generale Confartigianato Imprese Lecco; Virginio Brivio, sindaco di Lecco; l’Pnorevole Gian Mario Fragomeli, il Senatore Paolo Arrigoni e la Senatrice Antonella Faggi

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia