Cronaca
Lecco

Non c'è pace: ancora un allarme rissa davanti al Comune

Sul posto Sanitari, Carabinieri, Polizia

Non c'è pace: ancora un allarme rissa davanti al Comune
Cronaca Lecco e dintorni, 01 Agosto 2022 ore 07:28

Non c'è pace per il centro di Lecco diventato purtroppo  teatro di ripetuti episodi di violenza e criminalità. La notte tra sabato e domenica una rissa scoppiata in viale Turati ha richiamato a Santo Stefano forze dell'Ordine e sanitari e un giovane è finito in ospedale.

Non c'è pace: ancora un allarme rissa davanti al Comune

Nella serata di domenica, ancora sirene in centro, per una zuffa. E' successo ieri intorno alle 21.25 in piazza Diaz, davanti al palazzo municipale di Lecco. Una zona "calda" ormai, con ripetute aggressioni nelle ultime settimane che sono solo la punta di un iceberg fatto di degrado, mala movida, alcol  e anche spaccio di droga. La sacrosanta esasperazione dei residenti e l'escalation di violenza hanno anche spinto l'Amministrazione comunale guidata dal sindaco Mauro Gattinoni a emettere una ordinanza che vieta lo stazionamento in via Volta e la chiusura del passaggio pedonale del Vallo.

E anche le forze dell'ordine hanno aumentato i monitoraggi. Ma questo evidentemente non funziona da deterrente  con tutti. La scorsa  settimana un uomo in evidente stato di alterazione è stato fermato mentre brandiva  un bastone. Domenica sera come detto l'ennesimo allarme che ha richiamato in piazza Diaz diverse pattuglie di Carabinieri e Gazzelle della Questura che stanno indagando sulla vicenda per tentare di chiarire i contorni.

E' possibile infatti che i litiganti, all'arrivo delle divise, se la siano velocemente "data a gambe". Sembra che nella zuffa siano coinvolte anche delle donne. Quel che è certo è che sul posto sono intervenuti  anche i sanitari ma l'ambulanza della Croce Rossa di Lecco, dirottata  sul posto dalla Centrale operativa della Agenzia Regionale di Emergenza e Urgenza è ripartita senza pazienti. In ogni caso quanto accaduto ieri sera è la spia di una situazione decisamente tesa.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter