4 novembre

Il Comune invita i cittadini ad esporre il tricolore a inviare foto

Un gesto simbolico voluto soprattutto per evitare eventuali assembramenti in paese dove, ad oggi, si contano 22 positivi.

Il Comune invita i cittadini ad esporre il tricolore a inviare foto
Lago, 04 Novembre 2020 ore 09:09

Una festa del 4 novembre diversa da tutte le altre a causa dell’emergenza Coronavirus. Ma non per questo un ricorrenza, quella che celebra l’Unità nazionale e le Forze armate, meno sentita. Anzi, proprio per cercare di “ovviare” alla mancanza delle tradizionali celebrazioni pubbliche il Comune di Bellano, diretto dal sindaco Antonio Rusconi, ha deciso di invitare i cittadini a esporre il tricolore a inviare foto.

Il Comune invita i cittadini ad esporre il tricolore a inviare foto

“Come per il 25 Aprile, anche questo importante momento di unità nazionale in questo infausto 2020 non potrà essere celebrato con la dovuta enfasi che merita – hanno sottolineato dall’Amministrazione  –  Ma lo faremo in forma simbolica, con le deposizioni delle corone in onore dei caduti”. Ma non è finita qui. “Chiediamo  a tutti i Bellanesi di aiutarci a rendere un omaggio simbolico, esponendo nelle case il tricolore, e perché no, anche condividendo sui vostri profili social e nelle  immagini profilo di whatsapp il simbolo del tricolore! Scegliete voi un’immagine che più rappresenta la nostra bandiera, simbolo dell’unità che dobbiamo tutti testimoniare anche in questo momento ancora così tribolato che stiamo vivendo”.
LEGGI ANCHE Coronavirus: annullato il corteo del 4 Novembre

I casi Covid a Bellano

Un gesto simbolico quindi, voluto soprattutto per evitare eventuali assembramenti in paese dove, ad oggi, si contano 22 positivi, asintomatici o lievemente sintomatici e  un  ricoverato in ospedale. “Continuiamo a mantenere alta l’attenzione, con le regole dell’uso della mascherina, igienizzazione e distanziamento” ricordano dal Comune.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia