Cronaca
Lutto

Due comunità unite nel dolore per la morte di Valerio Vassena

La sorella Anna: "Il tuo silenzio ci dirà più di qualsiasi parola, basterà pensarti o chiamarti piano"

Due comunità unite nel dolore per la morte di Valerio Vassena
Cronaca Lecco e dintorni, 27 Luglio 2022 ore 11:44

Grande cordoglio, a Malgrate e Annone Brianza, per la scomparsa di Valerio Vassena, 88 anni.  Originario di Malgrate, aveva fondato ad Annone l'azienda "Vassena e Longhi". Storica realtà del territorio che si occupa della lavorazione di marmo e granito, oggi guidata dal figlio di Valerio, Marco, che è anche presidente della Pro loco di Malgrate.

Due comunità unite nel dolore per la morte di Valerio Vassena

"Oggi è mancata la colonna portante della nostra storia lavorativa, ciao papà": con queste parole proprio Marco ha voluto salutare il padre nel giorno della sua scomparsa, lunedì 25 luglio 2022.

I funerali sono stati celebrati nella mattinata di oggi  mercoledì 27 luglio  nella chiesa di San Leonardo, a Malgrate

Toccante il ricordo del parroco, don Andrea Lotterio. "La morte del nostro carissimo Valerio ci provoca qualche pensiero, fermiamoci un attimo e guardiamo a questa esistenza alla luce della parola di Dio. La frase del libro della Sapienza "le anime dei giusti sono nelle mani di Dio" è la nostra certezza, oltre a ritrovarsi accanto alla signora Anna e a tutti i suoi cari oggi riflettiamo su questo. I giusti sono coloro che sanno stare al loro posto, che si appassionano al loro lavoro o alla loro famiglia. Nella lunga esistenza di Valerio, anche se in questa ultima stagione faticosa, vediamo in lui il giusto. Essere giusti non vuol dire diventare famosi né preservati dalle fatiche, ma vuol dire essere nelle mani di Dio. La mano di Dio porta cura e premure, quindi le anime nelle sue mani sono nella pace. L'eterno riposo è proprio questa pace, la pienezza dell'esistenza che si sprigiona nella nostra morte. La vita di Valerio in Dio è quindi per sempre. Con lui perdiamo un pezzo di storia della nostra comunità, da lui possiamo solo imparare: Valerio era mite e umile di cuore come Gesù".

"Il tuo silenzio ci dirà più di qualsiasi parola"

Al termine della cerimonia, è stata letta una poesia scritta da Anna, sorella di Valerio. "Tutti i colori dei fiori che ti piacevano tanto ti riempiranno le mani e sarà per sempre - tra le parole più commoventi - Il tuo silenzio ci dirà più di qualsiasi parola, basterà pensarti o chiamarti piano. Ti sentiremo vicino, nella nostra mente sarai sempre presente".

LEGGI ANCHE Se ne è andata Elisabetta Ghislanzoni, una vita dedicata ai disabili

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter