Menu
Cerca

Droga e alcol al volante: sei le patenti “in fumo” in una notte

Nella notte sabato 16 e domenica 17 novembre, proprio nel giorno dedicato alle vittime della strada.

Droga e alcol al volante: sei le patenti “in fumo” in una notte
Cronaca Lecco e dintorni, 18 Novembre 2019 ore 14:34

Alcol e droga al volante: sei le patenti “in fumo” in una notte  nel Lecchese.

Polizia in campo contro le stragi del sabato sera

Nella notte sabato 16 e domenica 17 novembre, proprio nel giorno dedicato alle vittime della strada, il personale della Sezione Polizia Stradale di Lecco, insieme al personale dell’Ufficio Sanitario e delle volanti della Questura di Lecco, ha effettuato un servizio mirato alla prevenzione delle cosiddette stragi del sabato sera. E’ stata utilizzata una nuova unità mobile resa disponibile dal Compartimento Polizia Stradale Lombardia, denominata Jumper che offre un utile supporto agli operatori, poiché al suo interno sono ubicati molti strumenti finalizzati ai controlli su strada, tra gli altri, una torre per l’illuminazione ed un generatore elettrico per l’alimentazione di etilometro, drogometro, torce led etc.

LEGGI ANCHE   Fuori strada con l’auto: grave giovane lecchese FOTO

Droga e alcol al volante: sei le patenti “in fumo” in una notte

Il servizio, con l’ausilio del personale medico di Polizia, ha permesso di effettuare controlli anche sull’alterazione da sostanze stupefacenti. Le pattuglie impegnate sono state tre, di cui una appartenente all’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della locale Questura.  Tutti i conducenti sono stati sottoposti al controllo a mezzo del precursore alcol e, ove abbiano fatto apparire un’alterazione da sostanza stupefacenti, a seguito di un controllo del medico in loco, sono stati sottoposti al controllo droghe a mezzo del Drugtest 5000. In conclusione della notte, sono state ritirate sei patenti, in particolare tre per la guida in stato di alterazione da alcol nell’ambito della fascia amministrativa, cioè entro il limite dello 0,8 gr/lt. Altri due sono stati denunciati in stato di libertà poiché conducevano il veicolo con un tasso alcolemico risultato entro 1,5 gr/lt.

Cannabis nella saliva

Da ultimo un ritiro cautelativo di patente ad un ragazzo che, pur risultato negativo al precursore alcol, è risultato positivo a quello delle droghe, riscontrando la presenza del principio attivo della cannabis. In tal caso i campioni di saliva prelevati dal personale sanitario sono inviati al Laboratorio di tossicologia forense in Roma ove verrà effettuata l’analisi per verificare l’effettiva assunzione della sostanza psicoattiva. All’eventuale risultato positivo, seguirà la denuncia del conducente ex art. 187 cds. per la guida in stato di alterazione da sostanza stupefacente.  Due le donne sanzionate, mentre l’età è compresa tra i 20 anni e circa 50.

Incidente provocato probabilmente dall’alcol al volante

Da evidenziare anche che, durante il servizio, è stato rilevato un incidente, per fortuna senza gravi conseguenze e verosimilmente dovuto ad alterazione dall’alcol. Infatti, uno degli art. 186 cds rientrati nella fascia amministrativa è stato contestato ad uno dei conducenti coinvolti in questo sinistro stradale.  conducenti, durante la notte trascorsa, sono stati sensibilizzati sull’importanza della giornata dedicata alle vittime della strada ed al rispetto delle norme del codice che puniscono la conduzione del veicolo in stato di alterazione, proprio con la finalità di garantire la sicurezza stradale per tutti gli utenti, conducenti e non.