Menu
Cerca
Iniezione di fiducia

Coronavirus: un disegno di speranza in casa di riposo

Un'operatrice della Rsa di Monticello Brianza ha lasciato un messaggio di incoraggiamento per gli anziani ospiti e i loro familiari

Coronavirus: un disegno di speranza in casa di riposo
Cronaca Casatese, 09 Marzo 2020 ore 17:57

Un messaggio di ottimismo e incoraggiamento nel clima di preoccupazione per il Coronavirus. Così potrebbe essere definita l’iniziativa di un’operatrice della casa di riposo di Monticello Brianza, che su una grande parete di un reparto di degenza della struttura ha riprodotto un disegno accompagnato da delle frasi di speranza.

LEGGI ANCHE: Raccolta fondi a sostegno degli ospedali di Lecco, Bellano e Merate per l’emergenza Coronavirus

Coronavirus: un messaggio di ottimismo

Il disegno riproduce un lago popolato da anatre e circondato da un panorama verde e un arcobaleno. Il messaggio riportato rimarca l’importanza del prendersi cura degli ospiti della Rsa e l’impegno degli operatori della struttura nel sostegno da prestare agli anziani e alle loro famiglie (al momento impossibilitate a visitare la casa di riposo a causa delle disposizioni sanitarie nazionali). «Siamo dapprima figli, madri o padri … Sappiamo il grande tesoro d’avere in custodia e la grossa responsabilità nel curarli e accudirli – recita la didascalia che accompagna l’illustrazione – Noi per loro vogliamo solo il bene e il meglio! Vogliamo immaginare di essere in un luogo piacevolmente rilassante protetto da mille colori».

 

Il commento della Dott.ssa Arianna D’Antino

La dott.ssa Arianna D’Antino, Direttore Sanitario della Casa di riposo di Monticello Brianza, ha espresso grande soddisfazione per l’iniziativa del messaggio e ha dichiarato che verranno preparati dei cartelloni con gli stessi disegni e frasi che saranno appesi anche in altre aree della struttura.

«Non voglio dilungarmi nel dire quanto sia complicata la gestione dell’emergenza anche nella nostre realtà… ma volevo condividere con quante più persone possibili, compresi i parenti dei nostri ospiti che , come saprete, non possono accedere alla struttura, quello che di bello è accaduto oggi – ha spiegato la dottoressa – Su una grande parete di un nostro reparto di degenza è apparso questo disegno con questa frase meravigliosa: una nostra operatrice ci ha donato un pezzo del suo cuore e ha saputo mettere per iscritto quello che tutti noi pensiamo: che il bello del nostro lavoro è il prendersi cura. Questo è il nostro pensiero, un modo alternativo per condividere e comunicare con l’esterno e un modo per rasserenare chi è fuori. So perfettamente che non è semplice “affidare” i propri cari ma sono certa che questa grande famiglia saprà prendersene cura».

 

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli