Nuovi contagi

Coronavirus, a Galbiate 98 positivi: “Buona parte dei casi a Villa Serena”. Nas in casa di riposo

Dopo l'ispezione dei Nas controlli anche da parte di Ats e Asst: nessuna sanzione

Coronavirus, a Galbiate 98 positivi: “Buona parte dei casi a Villa Serena”. Nas in casa di riposo
Lecco e dintorni, 25 Aprile 2020 ore 08:06

Continuano a crescere i casi di Coronavirus a Galbiate. Ad oggi, da inizio emergenza sono 98 i cittadini che hanno contratto il virus. Al  momento sono 37 i guariti 19 le vittime e 42 i positivi: di questi  21  sono ospiti della casa  di riposo Villa Serena, 6 i residenti della frazione Villa Vergano, 3 a Sala al Barro, 2 a  Bartesate,  1 a Ponte Azzone Visconti  e 9 i tra il centro e altre località del paese. A scattare la fotografia esatta della situazione è stato i sindaco Piergiovanni Montanelli che a fronte di un netto aumento dei casi registrato negli ultimi giorni ha spiegato che “I nuovi contagi sono in buona parte ospiti di Villa Serena”.

LEGGI ANCHE Coronavirus: più di 13mila morti in Lombardia. Nel Lecchese 17 nuovi positivi GLI ULTIMI DATI

Coronavirus, a Galbiate 98 positivi: “Buona parte dei casi a Villa Serena”.

“Ho condiviso con la direzione della RSA la necessità di dare questa informazione ai nostri cittadini – ha spiegato Montanelli – Così come è giusto sapere che da qualche tempo alla RSA si è cominciato ad effettuare tamponi su ospiti e personale . Questo giustifica parzialmente i nuovi contagi. Voglio però anche rassicurare e rendere merito a tutti coloro che con impegno e sacrificio contribuiscono tutti giorni al raggiungimento dell’obiettivo di ridurre i contagi. Al netto dei dati di Villa Serena avremmo 21 contagi molti dei quali prossimi alla guarigione. Ci sono comunque stati, anche seppur pochi, nuovi casi di malati extra RSA. L’invito rimane quello di non abbassare la guardia, soprattutto nei pressi degli ambienti domestici. Purtroppo oggi mi hanno segnalato molti cittadini a spasso senza protezioni, che hanno dato risposte poco educate ai volontari che hanno fatto notare la mancanza . Così come ritengo imperdonabile la richiesta di intervento dei nostri agenti per sedare una lite tra vicini. Ritengo questi atteggiamenti offensivi verso tutti coloro che stanno facendo sacrifici per uscire dall’emergenza. Non abbassiamo la guardia, soprattutto negli ambienti di casa. Cosa significa? Dati statistici di laboratori del territorio rilevano che gli ultimi contagi si sono sviluppati all’interno dello stesso nucleo familiare, dello stesso cortile o condominio. Ossia quegli ambienti conosciuti in cui ci pare di essere al sicuro. Quindi adottiamo le precauzioni previste ogni volta che ci lasciamo alle spalle la porta di casa.”

LEGGI ANCHE Fase 2: la tabella dell’Inail con le fasce dei lavoratori più a rischio

Nas in casa di riposo

“Discorso diverso quello delle RSA, ambiente circoscritto e controllato  – ha precisato il sindaco –  Nel caso della struttura di Galbiate è giusto sapere che Villa Serena è stata ispezionata dai NAS lo scorso Venerdì ed il verbale si è chiuso senza sanzioni. Ieri è stata la volta di ATS/ASST e anche in questo caso la direzione conferma che non ci sono state osservazioni. Nessuno nasconde il dramma delle RSA, Italiane ed Europee, ma ritengo fondamentale in questa fase trovare soluzioni, salvare vite piuttosto che cercare un colpevole. Un cenno è dovuto sicuramente a quegli “eroi dimenticati” che sono gli operatori delle RSA a cui vanno i nostri più sinceri ringraziamenti e la dovuta stima per quello che fanno quotidianamente”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia