L'intervento

Casa Comune: “I giardini devono rimanere aperti”

"Casa Comune pensa che i Giardini Pubblici possano restare aperti e accogliere mandellesi e turisti, attivando risorse straordinarie, sia economiche che di personale,  perché il momento richiede risposte straordinarie, non repressive, ma costruttive".

Casa Comune: “I giardini devono rimanere aperti”
Lago, 02 Luglio 2020 ore 13:53

“Offrire servizi e gestire spiaggia Falck e Poncia è una delle nostre idee che credo andrà sviluppata.” Scriveva il 23 giugno su Facebook il sindaco Riccardo Fasoli, che tanto ama usare i social, ma a quanto pare dimentica velocemente ciò che scrive.

LEGGI ANCHE 

Vandali, ubriachi, incivili e violenti, non se ne può più: il sindaco chiude i giardini a lago

Scena assurda: decine di giovani “invadono” la ferrovia e attraversano i binari contemporaneamente VIDEO

Chiusi i giardini a lago: “Così vengono penalizzati tutti, bambini compresi, non solo i maleducati”

Chiusura dei giardini a Lago: “Un danno per i mandellesi e per l’intero territorio”

E ancora: “Con la coperta corta mi assumo la responsabilità di non dedicare un agente al controllo di queste aree”.

Dopo una sola settimana pare che Fasoli si sia già rimangiato tutto, prendendo la decisione di chiudere la parte a lago dei Giardini Pubblici dalle 8 alle 18 e di farla sorvegliare da un servizio di vigilanza.

L’ordinanza del Sindaco è dettata dalla inosservanza delle disposizioni regionali per il COVID-19 e dalla mancanza di educazione e dalla degenerazione dei comportamenti dei turisti.

In un momento in cui la popolazione, ed in particolare i giovani e i bambini, dopo essere stata chiusa in casa per mesi, spesso in spazi ridotti, cerca luoghi e itinerari di svago di prossimità, non potendosi permettere vacanze lontane, l’Amministrazione Comunale risponde mettendo alla porta i turisti.

E’ indubbio che l’afflusso di persone nelle ultime settimane si sia incrementato notevolmente, ma del resto era assolutamente prevedibile; il Sindaco ha quindi avuto diverse settimane per organizzare un piano di gestione dell’afflusso di turisti.

Mentre Organizzazioni, Enti e Amministrazioni del territorio pubblicano video e messaggi pubblicitari per promuovere turisticamente il lago di Como ed in particolare la sponda Orientale, al fine di creare condizioni favorevoli per gli operatori e i commercianti, Mandello non si promuove e anzi attua una forma di respingimento. Non si poteva organizzare un piano in sinergia con i Comuni limitrofi?

Il servizio di vigilanza, che il Sindaco pensa di mettere in campo oggi, non poteva essere utilizzato precedentemente per gestire il problema? Non era forse il caso di contingentare gli ingressi come è stato fatto ad Abbadia? Non si poteva contattare la Protezione Civile? Siamo forse l’unico paese ad avere questo tipo di problema? Ovviamente no, ma l’unico a non saperlo gestire.

Chiudere i Giardini Pubblici, impedendo l’accesso anche ai residenti e ai turisti educati, non rappresenta una soluzione ma una dimostrazione della totale incapacità di gestione dell’Amministrazione; altro che senso di responsabilità e tutela del territorio!!! Per Fasoli incentivare il turismo significa tappezzare il paese di parcheggi blu a pagamento e rimandare a casa quelle famiglie che, dopo aver pagato profumatamente per il posto auto, si ritrovano le transenne a sbarrare il passaggio.

Casa Comune pensa che, soprattutto in questa fase difficile per l’Italia, la Lombardia e i nostri territori, i problemi vadano gestiti facendo rispettare le regole e non chiudendo a tutti, anche alle persone educate e civili, gli spazi pubblici.

Casa Comune pensa che i Giardini Pubblici possano restare aperti e accogliere mandellesi e turisti, attivando risorse straordinarie, sia economiche che di personale,  perché il momento richiede risposte straordinarie, non repressive, ma costruttive. 

Casa Comune per Mandello Democratica.

 

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia