Menu
Cerca
Dolore nel mondi del volontariato

Auser in lutto per la morte di un volontario: “Il coronavirus ha portato via Giulio Panzeri”

Altri tre volontari sono stati in sorveglianza attiva per sospetto Covid-19, ma fortunatamente sono completamente guariti. 

Auser in lutto per la morte di un volontario: “Il coronavirus ha portato via Giulio Panzeri”
Cronaca Lecco e dintorni, 08 Aprile 2020 ore 10:56

L’Auser provinciale di Lecco piange uno dei suoi volontari. Il coronavirus ha portato via Giulio Panzeri, 73 anni, residente a Suello.

LEGGI ANCHE Passeggiate sul sentiero del Viandante, uscita per la birra e turisti: “Non avete rispetto”

Auser in lutto per la morte di un volontario: “Il coronavirus ha portato via Giulio Panzeri”

“Giulio era stato attivo nel servizio di trasporto sociale – spiegano dal sodalizio –  Tutta l’associazione ne ricorda con affetto l’impegno e la disponibilità, e si stringe attorno ai familiari  Altri tre volontari sono stati in sorveglianza attiva per sospetto Covid-19, ma fortunatamente sono completamente guariti”.  Pur nella difficoltà e nel sacrificio, Auser con le proprie sedi  territoriali continua senza sosta la sua azione di solidarietà in favore degli anziani fragili, e non solo, del territorio della provincia di Lecco. 

Il grande impegno e i nuovi volontari

Dopo l’appello lanciato sui social network, circa 50 nuovi volontari hanno dato la loro disponibilità ad affiancare i 98 già attivi, implementando così i servizi dell’associazione in un momento di particolare necessità come quello che la nostra comunità sta vivendo. Qualche dato: solo nell’ultimo mese ben 225 nuovi utenti si sono rivolti ad Auser per chiedere il recapito a casa di generi alimentari o il trasporto verso gli ospedali. Le consegne di spesa e pane sono così arrivate a marzo alla cifra complessiva di 1110, 165 quelle di farmaci, 325  gli accompagnamenti verso le strutture di cura. Effettuate 2493 telefonate sociali di compagnia agli anziani, volte ad abbattere la solitudine e ad ascoltare necessità e problemi.   In più, nei prossimi giorni i volontari procederanno a consegnare, per conto dell’Istituto superiore Badoni di Lecco, computer a studenti del circondario affinché possano continuare a seguire le lezioni a distanza. 

Telefonia sociale spesa

Auser provinciale di Lecco prosegue inoltre la sua proficua sinergia con le istituzioni locali. Attiva con il comune capoluogo una collaborazione per intercettare i bisogni della comunità tramite la telefonia sociale, alla quale si è aggiunta la disponibilità dell’associazione a consegnare generi alimentari alle persone bisognose destinatarie del buono spesa. Auser ha offerto il proprio servizio di telefonia sociale anche a Retesalute, azienda speciale dei servizi sociali e socio-sanitari, alla quale sono associati 27 comuni della Brianza lecchese. Ora si attende l’approvazione della convenzione da parte del consiglio d’amministrazione. 

Intanto molte amministrazioni comunali del territorio, così come l’ATS Brianza, hanno già condiviso e messo in evidenza sui rispettivi siti internet e pagine Facebook i riferimenti per contattare l’associazione: 800 995988, numero verde da telefono fisso, oppure lo 0341 286096 da telefono cellulare.

“Ringraziamo l’’Ambito distrettuale e in quest’ultimo periodo anche l’ATS Brianza per il supporto nel reperire gli ausili di protezione per i volontari, mentre l’associazione ha provveduto alla sanificazione del parco auto”.

Condividi