Menu
Cerca
Tutte le informazioni

Aperte le domande per l’assegnazione degli alloggi pubblici

C'è tempo fino al 30 di aprile per presentare le domande

Aperte le domande per l’assegnazione degli alloggi pubblici
Cronaca Lecco e dintorni, 10 Marzo 2021 ore 11:49

È aperto l’avviso pubblico per l’assegnazione degli alloggi S.A.P. –
Servizi Abitativi Pubblici, disponibili sul territorio dell’Ambito Territoriale di Lecco.

I Comuni coinvolti

L’ambito di Lecco comprende i seguenti comuni: Annone di Brianza, Bosisio Parini, Bulciago, Calolziocorte, Carenno, Castello di Brianza, Cesana Brianza, Civate, Colle Brianza, Costa Masnaga, Dolzago, Ello, Erve, Galbiate, Garbagnate Monastero, Garlate, Lecco, Malgrate, Molteno, Monte Marenzo, Nibionno, Oggiono, Olginate, Oliveto Lario, Pescate, Rogeno, Sirone, Suello, Valgreghentino, Valmadrera, Vercurago.

L’avviso pubblico aprirà il 9 marzo 2021 alle ore 12.00 chiuderà il 30 aprile 2021 alle ore 16.00.

Chi può presentare domanda

Possono presentare domanda i soggetti in possesso dei requisiti di cittadinanza, residenza, situazione economica, abitativa e familiare che in sintesi sono i seguenti:
a) cittadinanza italiana o di uno Stato dell’Unione europea ovvero condizione di stranieri titolari di permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo, o di stranieri regolarmente soggiornanti in possesso di permesso di soggiorno almeno biennale e che esercitino una regolare attività di lavoro subordinato o di lavoro autonomo, ovvero di stranieri che, in base alla normativa statale, beneficino di un trattamento uguale a quello riservato ai cittadini italiani ai fini dell’accesso ai servizi abitativi pubblici;
b) residenza o svolgimento di attività lavorativa in Regione Lombardia alla data di presentazione della domanda;
c) ISEE non superiore ad euro 16.000,00 e valori patrimoniali, mobiliari ed immobiliari, del medesimo nucleo familiare come determinati dalla lettera c art. 7 del RR 4/2017;
d) assenza di titolarità di diritti di proprietà o di altri diritti reali di godimento su beni immobili adeguati alle esigenze del nucleo familiare, ubicati nel territorio italiano o all’estero;
e) assenza di decadenza o annullamento di precedenti assegnazioni di alloggi sociali destinati a servizi abitativi pubblici negli ultimi 5 anni;
f) assenza di decadenza dall’assegnazione di alloggi di servizi abitativi pubblici per morosità colpevole (dopo 5 anni domanda ammissibile, se il debito è estinto);
g) assenza di precedenti eventi di occupazione abusiva negli ultimi 5 anni;
h) non aver ceduto, in tutto o in parte, fuori dai casi previsti dalla legge, l’alloggio precedentemente assegnato o sue pertinenze in locazione;
i) assenza di precedente assegnazione, in proprietà, di alloggio realizzato con contributo pubblico o finanziamento agevolato in qualunque forma;

I requisiti di cui alle lettere d), e), f), g), h) ed i) devono essere posseduti dal richiedente e da tutti i componenti del nucleo familiare del richiedente sia al momento di presentazione della domanda che al momento dell’assegnazione.

Come presentare domanda

La domanda va compilata dal richiedente esclusivamente in modalità telematica secondo le istruzioni di seguito indicate.
1. Accedi alla Piattaforma Informatica www.serviziabitativi.servizirl.it e tramite tasto “Cittadino” entra nella Home Page dedicata agli Avvisi degli Alloggi di Servizi Abitativi Pubblici;
2. Scegli una modalità di riconoscimento (autenticazione):
 Tessera CRS (Carta Regionale dei Servizi) in corso di validità o CNS (Carta Nazionale dei Servizi) con PIN, richiedibile presso:
 Sportelli di Scelta e Revoca delle ATS (consulta sedi e orari su sito ATS Brianza);
 Spazio Regione, Corso Promessi Sposi, 132 (zona Iperal di Lecco) – previo appuntamento chiamando il numero 0341 358953;
 Sportelli comunali abilitati (verificare sul sito del proprio Comune);
 Servizio Informazione, Comunicazione e partecipazione del Comune di Lecco il mercoledì dalle ore 8.30 alle ore 15.30 su appuntamento chiamando i seguenti numeri 0341 481.412 – 243 – 397 o scrivendo all’indirizzo mail segreteria.comunicazione@comune.lecco.it
 Credenziali SPID (Sistema Pubblico d’Identità Digitale), presso gli enti abilitati al rilascio con tessera sanitaria e documento d’identità (necessario indirizzo mail e cellulare smartphone).
3. Dopo aver effettuato l’accesso è possibile presentare la domanda cliccando sul tasto “Nuova Domanda”.

Documentazione e informazioni indispensabili per la presentazione della domanda

– Per tutti i componenti del nucleo familiare: dati anagrafici e codici fiscali e per i cittadini
non comunitari permessi di soggiorno in corso di validità;
– Tessera CRS (Carta Regionale dei Servizi) o Tessera CNS (Carta Nazionale dei Servizi) in corso di validità con PIN, oppure Credenziali SPID (Sistema Pubblico d’Identità Digitale);
– Indirizzo di posta elettronica e cellulare abilitato alla ricezione di SMS e E-MAIL, utilizzabili durante l’operazione d’iscrizione;
– Marca da bollo da € 16,00 o carta di credito per il pagamento on-line (la marca da bollo va conservata fino alla verifica dei requisiti in caso di assegnazione);
– Copia cartacea dell’ISEE in corso di validità. In caso di famiglia di nuova formazione non ancora costituita è necessario essere in possesso dell’ISEE di entrambi i nuclei di provenienza.

Informazioni necessario per la compilazione della domanda

– Per il richiedente:
o Residenza anagrafica o lavorativa in Lombardia alla data di presentazione della domanda;
o Per i cittadini non comunitari carta di soggiorno o permesso di soggiorno per soggiornante di lungo periodo CE, permesso di soggiorno di durata almeno biennale; nel caso di permesso di soggiorno almeno biennale è necessario esercitare una regolare attività di lavoro come lavoratore dipendente o autonomo (può essere a tal fine utile disporre di documentazione comprovante la condizione lavorativa come ad esempio dichiarazione del datore di lavoro o contratto di lavoro con ultima busta paga; se lavoratore autonomo visura ordinaria dell’impresa aggiornata e attribuzione di partita IVA);
o Assenza di titolarità di diritti di proprietà o di altri diritti reali di godimento (da parte di tutti i componenti del nucleo familiare) su beni immobili adeguati alle esigenze del nucleo familiare, ubicati nel territorio italiano o all’estero.

Documentazione aggiuntiva utile per dichiarare particolari condizioni

– Certificazione di invalidità (pari o superiore al 66%);
– Copia sentenza di separazione e divorzio per chi ha dovuto lasciare l’alloggio all’altro coniuge ed ai figli e deve versare l’assegno di mantenimento in seguito a provvedimento dell’Autorità Giudiziaria. Il rilascio della casa coniugale in cui risiedono i figli deve essere avvenuto da non più di un anno prima alla data di presentazione della domanda;
– Documentazione relativa allo sfratto convalidato o eseguito;
– Dichiarazione di alloggio antigienico per chi vive da almeno 1 anno in alloggi privi di servizi igienici o di riscaldamento o considerato antigienico;
– Documentazione relativa a condizione abitativa impropria (in struttura di assistenza da almeno 1 anno, in ricovero precario da almeno 6 mesi, in struttura di tipo alberghiero a carico di amministrazioni pubbliche);
– Documentazione attestante la superficie utile dell’alloggio (cosiddetta superficie calpestabile, esclusa qualsiasi superficie accessoria) per eventuale condizione di sovraffollamento (da almeno 1 anno).
– Data di iscrizione all’anagrafe comunale e di residenza in Regione Lombardia.

Importante

Con l’emanazione delle graduatorie formate a seguito del presente avviso SAP, decadono tutte le precedenti graduatorie vigenti: pertanto anche chi è già inserito in precedenti graduatorie deve ripresentare domanda con le nuove modalità. Si evidenzia che a seguito della pubblicazione delle graduatorie definitive, gli enti proprietari, per i propri alloggi, ai sensi dell’art.15 del r.r. n. 4/2017 e s.m.i. procederanno all’assegnazione degli stessi, previa verifica dei requisiti (art. 7 del r.r. n. 4/2017 e s.m.i.) dichiarati al momento di presentazione della domanda e della loro permanenza all’atto dell’assegnazione: verrà richiesta la presentazione di tutta la documentazione comprovante quanto dichiarato.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli