Cronaca
Lecco

Ancora una notte di risse e violenza a Lecco. Stop all'alcol in Viale, firmata l'ordinanza

Stanotte ancora botte e degrado. Da stasera vietata la vendita e il consumo di alcol in area pubblica nella zona dei Cappuccini

Ancora una notte di risse e violenza a Lecco. Stop all'alcol in Viale, firmata l'ordinanza
Cronaca Lecco e dintorni, 01 Ottobre 2021 ore 07:56

Ancora una notte di risse e violenza a Lecco. Tra la tarda serata di giovedì 30 settembre 2021 e questa notte  forze dell'ordine e sanitari sono dovuti intervenire a più  riprese per sedare gli animi e soccorrere le perone coinvolte nei tafferugli.

Ancora una notte di risse e violenza a Lecco

Intorno all'una  e mezza  una rissa è scoppiata in corso Carlo Alberto. Sul posto si sono precipitati i volontari della Croce Rossa di Lecco che si sono presi cura, e poi hanno trasportato in ospedale, un 27enne rimasto ferito. Episodio che un paio di ore prima era stato preceduto da un'altra rissa, questa volta in viale Turati: anche lì è stato un 27enne ad avere la peggio e a finire in ospedale. Sono in corso le indagini per capire  se le due violente vicende siano legate.

Stop all'alcol in Viale, firmata l'ordinanza

Quella di ieri sera è stata come detto l'ennesima serata di violenza e degrado nella zona dei Cappuccini preceduta, anche la notte prima, da risse e schiamazzi. Una situazione non più tollerabile che ha spinto l'Amministrazione guidata dal sindaco Mauro Gattinoni a prendere provvedimenti con una ordinanza ad hoc che vuole mettere un freno al degrado nella zona. Una zona che nei giorni scorsi è stata scelta, non a caso, dal questore di Lecco Alfredo d'Agostino, per la celebrazione della festa patronale nella chiesa dei Cappuccini  per simboleggiare la presenza delle forze dell'ordine sul territorio e per preannunciare interventi mirati. 

"Nelle ultime settimane sono pervenuti da parte di residenti di viale Turati e Piazzale dei Cappuccini, lamentele ed esposti riguardanti situazioni di disturbo della quiete pubblica, in particolare nelle ore serali e notturne, di degrado e di alterazione del decoro urbano, dovuti alla presenza di avventori di pubblici esercizi che consumano bevande alcoliche anche all’aperto, dando origine a fenomeni di allarme sociale, con conseguente compromissione della qualità della vita delle persone residenti in zona e delle comuni regole di vita civile"  si legge nell'ordinanza firmata dal sindaco che a differenza da quella di questa estate non riguarderà tutto il centro cittadino ma la zona appunto del piazzale davanti alla chiesa dei frati e del "Viale".

Ragioni queste che hanno spinto il primo cittadino e l'Amministrazione a vietare temporaneamente, da oggi, venerdì 1 ottobre e sino all'1 novembre la vendita per asporto di bevande alcooliche di qualsiasi gradazione da parte dei pubblici esercizi, la vendita per asporto di bevande alcooliche di qualsiasi gradazione da parte di esercizi commerciali, attività artigianali e distributori automatici; detenzione su suolo pubblico o aperto al pubblico transito di bevande di qualsiasi genere in contenitori di vetro o di metallo dalle 22 alle 6 del giorno successivo. Non solo ma dalle 19 alle 6 del mattino sarà vietato consumare su suolo pubblico bevande alcoliche. Una disposizione quest'ultima che "non si applica alla somministrazione ed al consumo se effettuati all’interno dei pubblici esercizi, in locali a qualsiasi titolo destinati alla somministrazione anche non assistita, e nelle aree di pertinenza degli stessi o agli stessi concesse in uso, a condizione che i contenitori non vengano portati all’esterno degli spazi suddetti".