Snottamento

Ennesima frana per il maltempo: scarica di enormi massi sulla strada a Bellano

Sul luogo dello smottamento i Vigili del Fuoco e i Volontari della Protezione civile

Ennesima frana per il maltempo: scarica di enormi massi sulla strada a Bellano
Cronaca Lago, 29 Luglio 2021 ore 00:00

Fortunatamente, quando la scarica di enormi massi si è abbattuta sulla strada a Bellano, nessuno stava transitando. Ma l'ennesima frana, dopo gli  smottamenti avvenuti ieri in Valsassina, è la riprova della violenza dell'ondata di maltempo che si è abbattuta da domenica su nostro territorio.  Eventi meteo eccezionali che hanno spinto Regione Lombardia, come annunciato  dal Governatore Attilio Fonatana, a richiedere lo stato di emergenza per la provincia di Como (la più colpita), ma anche  per quella di Lecco e quelle di Mantova e Sondrio.

Ancora una frana per il maltempo: scarica di enormi massi sulla strada a Bellano

L'allarme per la frana è scattato nel tardo pomeriggio di mercoledì 28 luglio 2021 in via per Noceno, strada nel Comune di Bellano. Grossi massi, e con essi fango e detriti, si sono staccati dalla parete a monte della carreggiata e sono finiti sulla arteria invadendo la sede stradale e rendendola impercorribile.

 

9 foto Sfoglia la gallery

Sul luogo dello smottamento si sono precipitati i Vigili del Fuoco e i volontari della Protezione civile che hanno a lungo lavorato per ripulire l'arteria e mettere in  sicurezza la zona. Ad intervenire sul posto  è stato anche il sindaco di Bellano Antonio Rusconi. Lunghe e complesse le operazioni che hanno consentito, intorno alle 22.30 di riaprire la strada.

Le condizioni meteo

Fortunatamente, sul fronte metrologico,  il peggio dovrebbe essere alle spalle. Secondo l'ultimo bollettino di allerta emessi dalla Protezione civile "per la giornata di giovedì 29 luglio, progressiva risalita del geopotenziale e condizioni più stabili ovunque, con precipitazioni assenti, salvo che nelle ore più calde della giornata saranno possibili isolati rovesci o locali temporali sui rilievi prealpini centro orientali. Tendenza per venerdì 30 luglio: dalla mattinata condizioni via via più instabili associate ad un flusso umido occidentale pilotato da una ampia area depressionaria in approfondimento sull'Europa occidentale"