Menu
Cerca
Ennesimo weekend di delirio sulle strade

Ancora una domenica con traffico paralizzato, Piazza: “La colpa non è della gente che vuole libertà, ma delle strade”

Micheli: "Io non ci credo che in coda ci siano incoscienti che non hanno a cuore la propria salute e quella dei propri cari"

Ancora una domenica con traffico paralizzato, Piazza: “La colpa non è della gente che vuole libertà, ma delle strade”
Cronaca Lecco e dintorni, 01 Marzo 2021 ore 11:54

L’ultimo fine settimana in zona gialla  (e c’era da aspettarselo visto come sono andati gli ultimi weekend e vista l’imminenza delle nuove misure restrittive che non consentono più da oggi, lunedì  marzo 1 marzo 2021, ai lombardi di uscire dal proprio Comune se non per motivi di lavoro, salute e necessità) è stato quantomeno difficoltoso dal punto di vista viabilistico.

Centinaia e centinaia le macchine che hanno viaggiato a passo d’uomo sulla Statale 36, tanto nella giornata di sabato quanto in quella di ieri, domenica, con traffico paralizzato anche nel capoluogo. Molti non hanno esitato a “puntare il dito” contro chi, pur consapevole della situazione epidemiologica, non ha esitato a prendere d’assalto le principali mete turistiche del Lecchese. Ma c’è chi la pensa diversamente…

LEGGI ANCHE  Traffico, bar pieni, file in gelateria… l’ultimo giorno “giallo” dei lecchesi FOTO

Ancora una domenica con traffico paralizzato, Piazza: “La colpa non è della gente che vuole libertà, ma delle strade”

Tra questi il consigliere regionale di Forza Italia Mauro Piazza che individua non nei “turisti” l’eventuale “nemico”, bensì nelle  infrastrutture viarie, a partire dalla SS36, il punto debole che rende, sistematicamente, la situazione esplosiva.

In questa coda c’è una grande voglia di normalità

Dello stesso avviso i consigliere provinciale con delega alla Viabilità e ai Rapporti con Anas ed enti competenti, l’azzurro Mattia Micheli.

“In questa coda c’è una grande voglia di normalità, di libertà – ha sottolineato  il consigliere commentando una delle tantissime foto (si tratta dell’immagine di copertina) del lungo serpentone di auto che ieri ha bloccato la super –  Io non ci credo che in coda ci siano incoscienti che non hanno a cuore la propria salute e quella dei propri cari, anzi, piuttosto il contrario”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli