Menu
Cerca

E’ morto l’uomo precipitato sulla Parete Fasana

L'uomo è precipitato questa mattina per decine di metri all'attacco della Via degli Inglesi. Una caduta purtroppo fatale

E’ morto l’uomo precipitato sulla Parete Fasana
Cronaca Lago, 06 Gennaio 2020 ore 09:36

AGGIORNAMENTO 10.40 Tragico epilogo del grave incidente in montagna avvenuto  nella prima mattinata di oggi, lunedì 6 gennaio 2020. E’ morto il 30enne residente in provincia di Bergamo precipitato al Pizzo della Pieve. Al momento è ancora al vaglio delle forze dell’ordine la dinamica della tragedia: quel che è certo è che l’uomo, C.M  le sue iniziali,  è precipitato per decine di metri  dalla Parete Fasana mentre si trovava all’attacco della Via degli Inglesi, a 1300 metri di quota. I traumi sono risultati purtroppo fatali. La salma è stata elitrasportata all’ospedale di Lecco a disposizione della Magistratura. (Nella foto di copertina l’eliambulanza di Como intervenuta sul Pizzo e poi giunta al Manzoni).

LEGGI ANCHE Giornata tragica in montagna: due precipitati sul Resegone. Sono gravi

Dopo la brutta giornata di ieri, domenica 5 gennaio 2020, con incidenti nei pressi del rifugio Bogani e del Buzzoni, anche la giornata di oggi, lunedì 6 gennaio si è aperta purtroppo con un precipitato sui monti lecchesi. Sono infatti in corso le operazioni per soccorrere una persona scivolata sopra Esino.

Ancora un precipitato sui monti lecchesi

La mobilitazione dei soccorritori è scattata una manciata di minuti dopo le 8.30. Secondo le prime informazioni l’infortunio sarebbe avvenuto nella zona del Il Pizzo della Pieve (2257 m), detto anche Grigna di Primaluna, ovvero  una massiccia montagna che si eleva a Nord-Est della Grigna Settentrionale (Grignone). Nell’ambiente alpinistico, il Pizzo è noto soprattutto per la sua gigantesca parete Nord-Est, detta Parete Fasana.

I soccorsi

Per soccorrere la persona ferita sono scesi in campo gli uomini del Soccorso Alpino. Non solo ma la centrale operativa dell’Agenzia Regionale di Emergenza e Urgenza, per velocizzare le operazioni di soccorso, ha dirottato sul posto  con il codice rosso di massima gravità l’elicottero decollato da Como. Allertati anche i Carabinieri.

Seguiranno aggiornamenti