Valgreghentino

Allarme per un parapendio precipitato, soccorsi mobilitati ma l'uomo è salvo

Sul posto sono intervenuti sanitari, Carabinieri e due squadre di Vigili del Fuoco

Allarme per un parapendio precipitato, soccorsi mobilitati ma l'uomo è salvo
Cronaca Lecco e dintorni, 06 Luglio 2021 ore 22:21

Soccorsi mobilitati nella serata di oggi, martedì 6 luglio 2021, per un parapendio precipitato. O almeno è quello che un testimone avrebbe segnalato alle forze dell'ordine mettendo in moto la macchina dei soccorsi. Fortunatamente, dopo i timori iniziali, l'allarme è rientrato. Tutto è successo una manciata di minuti prima delle 21 a Valgreghentino.

Allarme per un parapendio precipitato, soccorsi mobilitati ma l'uomo è salvo

Tanti, durante la serata in paese hanno alzato gli occhi al cielo richiamati da uno strano rumore: si trattava di un parapendio a motore che ha sorvolato in particolare la zona di Villa San Carlo. In molti hanno notato gli strani avvitamenti dell'uomo che conduceva il parapendio: discese brusche e altrettanto brusche risalite.

5 foto Sfoglia la gallery

L'uomo ha fatto una sorta di spola tra il centro  e la zona di Pontevilla e poi è "spartito". Poco prima delle nove, come detto, alla centrale operativa è giunta una chiamata: "Venite è precipitato un parapendio" avrebbe detto un testimone che avrebbe visto la vela "inabissarsi" per non risalire.

LEGGI ANCHE  Precipita da un palazzo all'alba: pensionato senza scampo

A quel punto a Valgreghentino, con il codice rosso di massima gravità, sono intervenuti i volontari della Croce Rossa di Galbiate e i Carabinieri della Stazione di Olginate. Non solo ma alla "base operativa" dei soccorritori in via Kennedy, poco distante dal polo scolastico, sono arrivati due mezzi dei Vigili del Fuoco e tra questi una squadra del Nucleo Speleo Alpino Fluviale. Forze dell'ordine, pompieri e sanitari hanno ispezionato a più riprese la zona fino a quando è emerso che l'uomo era atterrato a qualche chilometro di distanza. L'uomo, residente in un paese vicino a Valgreghentino, era sano e salvo.