Attualità
Conferenza decisiva

Via libera al nuovo ponte tra Pescate-Lecco: 601 giorni di lavori e taglio del nastro entro la fine del 2025

 Si imboccherà dalla rampa di accesso alla Statale 36 di Pescate per atterrare sulla sponda di Lecco al Bione.

Via libera al nuovo ponte tra Pescate-Lecco: 601 giorni di lavori e taglio del nastro entro la fine del 2025
Attualità Lecco e dintorni, 03 Agosto 2022 ore 14:29

Nella mattinata di oggi, mercoledì 3 agosto 2022 si è svolta la seconda Conferenza di servizi decisoria relativa alla costruzione del nuovo ponte tra Pescate-Lecco. Si tratta del progetto, atteso ormai da anni che prevede la  costruzione di una struttura viabilistica parallela al viadotto Manzoni.   Si imboccherà dalla rampa di accesso alla Statale 36 di Pescate per atterrare sulla sponda di Lecco al Bione. Si prevede la costruzione di  una corsia lunga 300 metri, larga 4, con a fianco una pista ciclopedonale del calibro di due metri e mezzo.

Via libera al nuovo ponte tra Pescate-Lecco

Alla Conferenza di servizi hanno preso parte tutti gli enti coinvolti, che hanno espresso parere favorevole al progetto proposto da Anas spa.

 "Con l’espressione dei pareri favorevoli dei vari enti coinvolti si chiude un iter lungo e complesso – commenta il Vice Presidente della Provincia di Lecco Mattia Micheli – Come Provincia esprimiamo grande soddisfazione per questo passo molto importante, frutto del lavoro di squadra svolto in sinergia e portato avanti con caparbietà dal Sindaco di Pescate Dante De Capitani, che permetterà di realizzare un’opera pubblica che abbiamo sempre sostenuto perché, oltre a Lecco e Pescate, porterà beneficio a tutto il territorio provinciale e ai cittadini che si muovono verso il capoluogo e il nord della provincia"

"Grande passo in avanti per la viabilità del territorio"

"Questa nuova infrastruttura non risolverà tutti i problemi viabilistici del territorio ha aggiunto il vice presidente -  ma sicuramente è un grande passo in avanti. Una precisazione, quella di Micheli, che fa con tutta probabilità riferimento alle perplessità che erano state espresse dal sindaco di Lecco Mauro Gattinoni che aveva definito  il progetto "pescatese"  "un’opera parziale perché non prevede la progettazione di una viabilità in uscita dalla città di Lecco e che, pertanto, non migliora in alcun modo la viabilità di Lecco".

"Da oggi, dopo questo punto fermo -  ha chiosato Micheli -  saremo al lavoro per promuovere e sostenere altre opere complementari in uscita da Lecco. Aspettiamo il cronoprogramma di Anas e vigileremo sul rispetto dei tempi di realizzazione, perché il territorio non può più aspettare e merita risposte adeguate alle esigenze dei cittadini”.

 601 giorni di lavori e taglio del nastro entro la fine del 2025

Il nuovo ponte tra Pescate-Lecco dovrà essere pronto pima delle olimpiadi Milano-Cortina del 2026. "L'obiettivo è terminate tutto entro la fine del 2025 - commenta un entusiasta Dante de Capitani che sente quella di oggi come una medaglia da appuntarsi al petto - I lavori dureranno 601 giorni al termine dei quali avremo raggiunto un obiettivo per il quale lottiamo da anni per il benessere dei nostri cittadini. Quello di oggi è davvero un giono che non esito a definire storico: non è la posa della prima pietra reale, ma è una posa virtuale che ci riempie comunque di orgoglio"

 

 

 

 

 

 

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter