Lecco

Sacco rosso: un questionario in aiuto a negozi e esercizi pubblici

L'assessore Renata Zuffi: "Obiettivo ottimizzare il sistema di raccolta e fornire per quanto possibile una risposta ad personam"

Sacco rosso: un questionario in aiuto a negozi e esercizi pubblici
Attualità Lecco e dintorni, 29 Giugno 2021 ore 17:10

Dal sacco trasparente al sacco rosso: prende il via tra un paio di giorni, giovedì 1° luglio, la nuova modalità di raccolta e smaltimento della frazione indifferenziata dei rifiuti. Una piccola rivoluzione che richiederà un "aggiustamento del tiro" in corso d'opera, a partire dai giorni immediatamente successivi al debutto.

Un questionario per ottimizzare il sacco rosso

Per precorrere eventuali criticità, l'Amministrazione comunale ha predisposto un questionario da somministrare alle utenze non domestiche, ovvero negozi, esercizi pubblici e laboratori artigianali. L'iniziativa è stata presentata quest'oggi, martedì 29 giugno, a Palazzo delle Paure dall'assessore all'Ambiente Renata Zuffi.

Maria Nastasia Tarantino (Confartigianato Lecco)

Presenti Alberto Riva, direttore di Confcommercio Lecco, e Maria Nastasia Tarantino di Confartigianato Lecco, che,  facendosi portavoce di dubbi e criticità sollevati dai loro associati in ordine alla nuova modalità di smaltimento della frazione indifferenziata dei rifiuti, hanno sollecitato al riguardo risposte puntuali da parte dell'Amministrazione comunale.

Utenze non domestiche: occorre una risposta ad hoc

Alberto Riva Direttore di Confcommercio Lecco

"Le criticità  soprattutto riguardano le attività presenti nella zona 1 (gialla) del centro storico" ha precisato Riva. "Abbiamo accolto con piacere l'iniziativa del questionario che consentirà di meglio definire le quantità di conferimento da parte delle singole attività, quindi di approntare un ritiro dei sacchi adeguato e puntuale dei sacchi, che ne eviti l'accumulo in strada: Questo anzitutto a salvaguardia del decoro urbano". Tra le questioni che preoccupano soprattutto alcune attività - che per la loro stessa  tipologia e altre ragioni si ritrovano con molta spazzatura indifferenziata - quella dell'unico ritiro settimanale del sacco rosso per ora programmato a calendario. "Occorre una risposta ad hoc" ha detto Tarantino.

Questionario semplice per districare una realtà complessa

L'assessore Renata Zuffi

"Il questionario è molto semplice - ha dichiarato l'assessore Zuffi - L'intento è quello di rendere il progetto il più efficiente possibile, offrendo una risposta quasi ad personam".  L'Amministrazione comunale chiederà alle utenze non domestiche "se preferiscono depositare il sacco rosso direttamente in strada, oppure lasciarlo nelle apposite ceste o nei cassonetti" ha spiegato l'assessore Renata Zuffi. Il questionario raccoglie dati utili in ordine all'ubicazione del singolo esercizio, ai suoi orari di apertura/chiusura, alla presenza o meno di cestini a disposizione della clientela, al numero di sacchi esposti settimanalmente. Si chiede quindi quale modalità di esposizione dei sacchi si utilizza abitualmente (sacco sulla strada, cassonetto, cesta o altro) e quale fascia si preferisca per la raccolta (dalle 20 alle 22, dalle 22 alle 24 o al mattino dalle 5 alle 9.30).