Europei 2021

No al maxischermo a Calolzio, Colosimo: “Occasione persa”

Il sindaco Marco Ghezzi ribatte al capogruppo dell'opposizione consigliare: “Polemica sterile e falsa”

No al maxischermo a Calolzio, Colosimo: “Occasione persa”
Attualità Valle San Martino, 09 Luglio 2021 ore 20:42

Niente proiezione su maxischermo in piazza Vittorio veneto a Calolziocorte per la finale degli Europei di calcio di domenica prossima. L’Amministrazione comunale del sindaco Marco Ghezzi  ha annunciato la decisione mercoledì, motivandola con “difficoltà tecniche" ma anche "al fine di evitare affollamenti difficilmente controllabili”. A dar voce al dissenso ecco oggi Diego Colosimo di Cambia Calolzio.

Niente maxischermo? "Occasione sprecata"

“Occasione sprecata per una grande festa con tutti i calolziesi a causa di una scelta imposta dall’Amministrazione comunale da dimenticare" il giudizio espresso dal consigliere di opposizione attraverso un comunicato stampa. "Ci resta solo da tifare chiusi in casa per la nostra Nazionale, sperando che gli azzurri ci regalino una bella partita e una vittoria meritata”. Ma Colosimo continua poi affermando anche che il maxischermo davanti al municipio ha comportato “una spesa ragguardevole che la Lega ha fatto con i soldi dei cittadini”.

La replica del sindaco Ghezzi: "Allargo le braccia"

Il sindaco Ghezzi e il resto dell’Amministrazione hanno risposto a ruota e  a tono. “Allargo le braccia perché ci sono un mare di falsità, come quella che lo schermo è stato acquistato con i soldi dei calolziesi. Non è vero perché l’abbiamo acquisito attraverso un recupero di risorse che la precedente Amministrazione aveva gestito male. Mentre il software è stato pagato da sponsor, perciò il tutto non è costato una lira ai cittadini”.

"Dai paladini della gentilezza solo polemiche strumentali"

La replica è stata poi formalizzata in un comunicato ufficiale, diramato quest'oggi: “I paladini della 'gentilezza' e della condanna delle fake news stanno dimostrando tutta la loro incoerenza e la strumentalità di ogni loro azione. I loro toni stanno diventando sempre più aggressivi e insultanti. Oggi, la questione sollevata è quella del maxischermo per la finale di domenica. L’Amministrazione comunale ha deciso di rinunciare a trasmettere la partita per evitare assembramenti e per questioni di sicurezza, visti i danni creati in altri comuni malgrado i corposi servizi d’ordine. Anche a Milano hanno preso una decisione simile. Finora abbiamo usato prudenza nella guerra alla pandemia e continueremo per senso di responsabilità, valore che evidentemente manca a Cambia Calolzio”. Ultima stoccata è riservata alla modalità di comunicazione di Colosimo: “Quanto allo stile becero del comunicato dei consiglieri di Cambia Calolzio, lasciamo giudicare i cittadini. Non è nostra intenzione confrontarci con chi usa simili argomenti e linguaggi”.

Leggi anche: Niente maxischermo per la finale degli Europei: scoppia la polemica