Attualità
Lecco

Moto Velo Club: un giro d’Italia motociclistico per celebrare il centenario

Una vera e propria impresa che porterà il gruppo ad attraversare l’intera penisola, toccando le 35 città dei motori sparse lungo tutto lo Stivale

Moto Velo Club: un giro d’Italia motociclistico per celebrare il centenario
Attualità Lecco e dintorni, 28 Marzo 2022 ore 19:22

Un giro d’Italia motociclistico per celebrare il centesimo anniversario del Moto Velo Club Lecco. Sarà una vera e propria impresa, l’iniziativa presentata nel pomeriggio di oggi, lunedì 28 marzi 2022 nella sala consiliare del Comune di Lecco dallo storico sodalizio motoristico lecchese.

LEGGI ANCHE Malore durante la gita in moto, muore Carlo Crippa, segretario del Motoclub

Un giro d’Italia motociclistico per celebrare il centesimo anniversario del Moto Velo Club Lecco.

Alla conferenza stampa di presentazione, erano presenti oltre al relatore Oscar Malugani, anche il presidente del Club Fabrizio Bianchi con il consigliere Claudio Invernizzi, il sindaco di Mandello Riccardo Fasoli, il responsabile di “Mandello Città dei motori” Carlo Maglia e l’assessore allo Sport del Comune di Lecco, Emanuele Torri.
È stato proprio quest’ultimo a prendere la parola e fare gli onori di casa: “Ringrazio tutti i presenti per essere qui oggi numerosi, segno dell’importanza di questo anniversario e del grande ruolo che l’associazione ha avuto e ha ancora oggi all’interno della nostra città”.

Emanuele Torri.

“Con il presidente Bianchi - continua Torri - abbiamo condiviso parecchie iniziative in passato e ora siamo felici di poter dare il patrocinio del Comune di Lecco a questo evento. Credo che questo sport abbia dietro una passione diffusa e irrefrenabile. Sono tante le persone che si sono avvicinate a voi, e che con voi hanno condiviso un pezzo di strada, con fatica spirito di adattamento. Grazie per quello che avete fatto e che farete per la nostra città”.

È stata poi la volta di ripercorrere le tappe principali della storia del sodalizio, nato nel lontano 15 febbraio del 1922 dalla passione per le due ruote e per i motori, nonché dallo spirito dei pionieri lecchesi del settore: cento anni dunque di attività vissuti perennemente … a tutto gas. A cento anni dalla sua fondazione, l’associazione promuove ora un’importante manifestazione, una vera e propria impresa che porterà il gruppo ad attraversare l’intera penisola, toccando le 35 città dei motori sparse lungo tutto lo Stivale seguita in diretta dal canale 229 di Sky, dedicato ai motori.

Oscar Malugani

L’evento, che prenderà il via il prossimo 22 aprile da Mandello del Lario, coinvolgendo non solo i soci del Moto Velo Club ma anche tutti gli appassionati delle due ruote di tutta l’Italia, si svolgerà in 10 tappe di circa 500 chilometri ciascuna, per un totale di oltre 4500 km e vedrà la città di Lecco protagonista della parata d’arrivo conclusiva nel pomeriggio del primo maggio.
Il viaggio della carovana lecchese toccherà come detto ben 35 città legate ai motori quali ad esempio
Noale, città dell’Aprilia, Maranello con la Ferrari, Nicolosi famosa per la targa Florio, Imola e Varano famose per i loro circuiti motoristici e Torino sede della Fiat.

Fabrizio Bianchi

“L’idea di questo progetto - ha spiegato il presidente del club Fabrizio Bianchi - è nata circa due anni fa, durante il primo lockdown. L’intento non è solo quello di lasciare un segno negli annali motoristici italiani ma è anche quello di lanciare un messaggio positivo, anche attraverso il nostro hashtag #Ripartiamodacento, e un segnale forte per la ripartenza”.

Riccardo Fasoli

Entusiasta dell’iniziativa anche il sindaco di Mandello, Riccardo Fasoli, che prenderà parte in prima persona al tour in sella alla sua due ruote: “Quando si tratta di fare una pazzia, Mandello non si tira mai indietro. Abbiamo voluto incrociare due centenari storici, quello della Guzzi con quello del Moto Velo Club Lecco, in un unico e grande evento, dimostrando ancora una volta che la città di Mandello sia uno dei promotori dei valori motoristici”.

L’evento sarà anche l’occasione per un importante iniziativa che vedrà coinvolte le 35 città dei motori direttamente con la città di Mandello: “In ogni città ospitante - spiega il primo cittadino mandellese - consegneremo un cartello che indicherà la sua distanza da Mandello. In cambio ne riceveremo uno in senso contrario. Tutti i cartelli raccolti, saranno poi assemblati su un pannello che, in occasione del Motoraduno Guzzi 2022, verrà inaugurato come segno tangibile dell’unione di queste città nella passione condivisa per i motori”.

Claudio Invernizzi

L’obiettivo, ha poi ricordato il consigliere Claudio Invernizzi - è quello di poter lasciare un segno importante, di dimostrare che possiamo tornare ad uscire ed a godere delle bellezze della nostra terra. Se riusciremo in questo, avremo fatto centro. Anzi no, vista l’occasione… avremmo fatto cento!”.

Luca de Cani

 

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter