Attualità
“Patti di collaborazione”

Lecchesi in campo per prendersi cura della città

Sacchi: "Ringrazio i cittadini che sotto diversa forma (singola, associativa o imprenditoriale) presentano proposte per la manutenzione, valorizzazione di beni comuni"

Lecchesi in campo per prendersi cura della città
Lecco Aggiornamento:

Lecchesi in campo per prendersi cura della città. Dal 2016 il Comune di Lecco, grazie a un apposito Regolamento approvato dal Consiglio Comunale, vuole favorire la cooperazione tra cittadini e Amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani attraverso i “Patti di collaborazione”.

Lecchesi in campo per prendersi cura della città

Dopo le fruttuose sottoscrizioni degli anni precedenti, anche nel 2023 diverse sono le proposte di collaborazione che il Comune di Lecco ha ricevuto da soggetti privati e che hanno trovato accoglimento da parte della Giunta comunale.

I nuovi “Patti di collaborazione”

Pervenuta il 5 luglio scorso, è stata approvata la proposta di collaborazione pervenuta da LaorcaLAB APS per la realizzazione di opere di pulizia e di piccola manutenzione ordinaria dell’area Grom, porzione di terreno di proprietà comunale adiacente l’oratorio di Laorca, ai fini della predisposizione dell’area per l’avvio del progetto “GREENGROM - Casa di quartiere Laorca”. Questo progetto di riqualificazione ambientale prevede la costituzione di un orto sociale, di un percorso olfattivo attraverso erbe e spezie, il restauro di una casetta attrezzi già esistente e la realizzazione di un’area di sosta attrezzata per momenti conviviali e di socializzazione.

Via libera anche la proposta del sig. Emilio Panzeri per la manutenzione sia ordinaria sia straordinaria della vegetazione esistente lungo la strada agro-silvo-pastorale denominata “Dei Cantelli”, sui terreni di proprietà comunale in via Ai Poggi.

È stato, invece, approvato al termine del mese di luglio il “Patto di collaborazione” per la manutenzione della cappelletta votiva dedicata ai caduti di guerra nel cimitero della chiesa di San Giovanni Battista a Chiuso con i cittadini Ing. Maria Celeste Dossi e Arch. Marco Pozzi, delegati dell’associazione “Gruppo Alpini Maggianico e Chiuso”. L’intervento prevede la pulitura, la rimozione dell’intonaco ammalorato e la pitturazione delle superfici esterne e interne della cappelletta andando, così, a riqualificare un monumento d’interesse storico-sociale e dotato di particolare valore per l’associazione nazionale degli Alpini e per la sua sezione locale di Lecco.

È stata, infine, rinnovato l’accordo di collaborazione per Vicolo Granai che vedeva già impegnata nella cura dell’area la società Pasticceria Frigerio srl di Lecco. Il patto pubblico-privato in questo caso prevede la manutenzione delle strutture metalliche di arredo con rampicante sempreverde e la custodia e la pulizia dei bagni pubblici, garantendo così la riqualificazione e il presidio di uno dei passaggi più caratteristici della Città di Lecco.

L’Assessore al Patrimonio Maria Sacchi

“Ringrazio i cittadini che sotto diversa forma (singola, associativa o imprenditoriale) presentano proposte per la manutenzione, valorizzazione di beni comuni - commenta l’Assessore al Patrimonio Maria Sacchi -. Ciò che è pubblico appartiene a ognuno di noi e l'attenzione e la cura che ciascun cittadino manifesta e, in questi casi, concretizza è l'azione che incarna il sentirsi parte di una comunità, che cresce in modo attivo e proattivo.”

Si ricorda che possono inviare proposte di collaborazione i cittadini attivi singoli, associati o riuniti in formazioni sociali, anche precarie, di natura imprenditoriale o a vocazione sociale con specifici requisiti: tutti i dettagli e le modalità di presentazione delle domande sono disponibili sulla pagina dedicata del sito istituzionale.

Seguici sui nostri canali