Attualità
A Rossino

Dopo le scritte blasfeme e le bestemmie San Gerolamo... è tornato a casa

Da qualche giorno, il quadro è stato riposizionato all’interno della storica cappelletta, pronto per essere ammirato e per accogliere le preghiere che i paesani ogni giorno affidano al Santo.

Dopo le scritte blasfeme e le bestemmie San Gerolamo... è tornato a casa
Attualità Valle San Martino, 21 Settembre 2022 ore 16:33

San Gerolamo è tornato a casa. Grazie al Gruppo di minoranza “Cambia Calolzio”, l’effige di San Gerolamo è tornata a splendere all’interno della storica edicola di Rossino dopo che negli anni era stata "vittima" di alcuni episodi di vandalismo. I soliti ignoti (o idioti verrebbe da dire) l'avevano infatti ricoperta coperta di scritte blasfeme, insulti e bestemmie.

Dopo le scritte blasfeme e le bestemmie San Gerolamo... è tornato a casa

“Il vecchio quadro, - spiega il portavoce del Gruppo, Diego Colosimo - posizionato oltre due anni fa, si era deteriorato a causa delle intemperie e del sole. Come Cambia Calolzio abbiamo scelto di sostituirlo con uno nuovo a nostre spese”.

Una piccola azione positiva che segnala l’attenzione del Gruppo anche nelle frazioni: “Crediamo fortemente che si debba sempre più prestare attenzione - conclude Colosimo - anche al grande patrimonio storico e artistico che la nostra comunità possiede. Abbiamo voluto dimostrare, attraverso un piccolo gesto il nostro impegno e la nostra cura verso le frazioni più periferiche di Calolziocorte”.

Da qualche giorno il quadro è stato riposizionato all’interno della storica cappelletta, pronto per essere ammirato e per accogliere le preghiere che i paesani ogni giorno affidano al Santo.

Luca de Cani

LEGGI ANCHE Ciclabile del fiume Adda ancora più sicura con il nuovo defibrillatore

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter