Attualità

Don Walter Magnoni di Acquate nello spot della Cei

Con don Walter Magnoni le famiglie sono invitate in un viaggio alla scoperta della Parola attraverso escursioni sulle montagne lecchesi.

Don Walter Magnoni di Acquate nello spot della Cei
Attualità Lecco e dintorni, 30 Dicembre 2022 ore 17:41

E' tornato  lo spot Cei sul sostegno alla missione dei preti diocesani e fra i 33mila preti  è stato scelto don Walter Magnoni, parroco di San Giorgio di Acquate della Comunità Pastorale Beata Vergine di Lourdes.

L'hashtag della nuova campagna della Conferenza Episcopale

L'hashtag della nuova campagna della Conferenza Episcopale Italiana che intende sensibilizzare i fedeli e si sofferma sul valore della donazione è  #UNITIPOSSIAMO.  “La campagna 2022 fa perno sulla comunità e sul suo valore nella società. Abbiamo pensato che fosse giusto  dare spazio e visibilità - spiega il responsabile del Servizio Promozione per il sostegno economico alla Chiesa cattolica, Massimo Monzio Compagnoni - non solo ai sacerdoti ma anche a quelle realtà che, grazie ai propri pastori, sono sempre più unite nei valori cristiani, e che senza il loro prezioso punto di riferimento non potrebbero sopravvivere. Lo spot ruota intorno al concetto dell’unione e degli obiettivi che si possono raggiungere insieme.” Ideata e prodotta da Casta Diva Group la campagna della Conferenza Episcopale Italiana ,  si snoda tra spot tv, radio, web, stampa e racconta, attraverso scorci di vita quotidiana, il ruolo chiave della “comunità” dalle attività del doposcuola alle partite di calcio nell’oratorio, dall’impegno dei volontari a quello degli anziani, dall’assistenza all’ascolto dei più bisognosi.

Don Walter Magnoni

A tracciare nuove vie per crescere assieme come comunità ci pensa Don Walter Magnoni, parroco di Acquate della Comunità Pastorale Beata Vergine di Lourdes, in provincia di Lecco, che dal suo arrivo, nel settembre del 2021, ha coinvolto i parrocchiani in una camminata tra le bellezze del Creato presenti sul territorio, declinando l’iniziativa in una vera e propria esperienza sinodale.
Per don Walter, originario di Abbiategrasso, comune di circa 30mila abitanti dell’area metropolitana di Milano, è una scelta di semplicità e di condivisione che fa seguito all’impegno decennale come direttore dell’Ufficio della Pastorale sociale e del lavoro dell’arcidiocesi meneghina.  Tuttora è docente a contratto all’Università Cattolica del Sacro Cuore dove s’interroga, a livello teorico e pratico, sul ruolo fondamentale della riflessione etica in rapporto all’economia. Un tema che certamente contiene anche il rispetto dell’ambiente nell'ottica dello sviluppo locale.

Affascinato da Lecco

“Sono affascinato da Lecco, questo luogo, tra lago e monti, e ho voluto proporre un oratorio fatto all’aria aperta, tra le meraviglie che questi territori danno l’opportunità di vivere – spiega don Walter a Manuela Borraccino nel filmato “Le domeniche di Lecco: riscoprirsi famiglia sui sentieri di montagna” che si può vedere al link "Unitineldono" -  e così nasce la ‘domenica in montagna’ che una volta al mese permette a chi vuole, senza prenotazione, di venire a Messa già attrezzato e poi, conclusa la funzione, di procedere a piedi e compiere queste lunghe camminate”.

Proposta sostenibile

Una proposta sostenibile e a impatto zero, in quanto basata sulla cosiddetta mobilità dolce, che consente di coniugare la suggestione di una passeggiata tra le incantevoli bellezze naturalistiche di Acquate, il rione della città di Lecco posto tra due torrenti e considerato scenario di alcuni dei più noti passaggi dei Promessi Sposi - il Sagrato don Abbondio è il luogo di partenza delle escursioni - e di meditare sulla cura della Casa Comune, così come predicato dalla Lettera Enciclica Laudato si’ di Papa Francesco. “Partecipiamo anche noi seminaristi - spiega Michele Ascari - e in questo modo raggiungiamo due importanti obiettivi: un incontro semplice e in un ambiente sano con le persone e poi approfondiamo il tema del Creato non come semplice scenografia bensì come luogo da custodire”.

La domenica in Montagna

Anche il titolo scelto per l’iniziativa, “La domenica in Montagna”, richiama in maniera esplicita un riferimento biblico che da quelle parti è considerato particolarmente rilevante. Durante gli appuntamenti domenicali, infatti, si legge sempre il brano delle beatitudini di Mt 5,1-12 che è l’inizio del Discorso della Montagna. Letture che suggeriscono un modello di vita basato sugli insegnamenti di Gesù, una via che conduce alla felicità. Riflessioni che maturano in una realtà particolarmente ricettiva, lo confermano i parrocchiani: “Il Don qui ha portato serenità, felicità, voglia di fare assieme un percorso che sia cattolico e di comunità”. Ed è un cammino spirituale e concreto che contiene un grande intento spirituale. “Andiamo in un luogo accessibile a tutti, grandi e bambini - conclude don Walter - e lì leggiamo le beatitudini che sono la carta d’identità del cristiano”.

Le offerte

Le offerte per i sacerdoti, diverse da tutte le altre forme di contributo a favore della Chiesa cattolica, sono espressamente destinate al sostentamento dei preti diocesani. Dal proprio parroco al più lontano. Raggiungono circa 33.000 sacerdoti al servizio delle 227 diocesi italiane e, tra questi, anche 300 preti diocesani impegnati in missioni nei Paesi del Terzo Mondo e circa 3.000, ormai anziani o malati dopo una vita spesa al servizio degli altri e del Vangelo.

Seguici sui nostri canali