Spettacoli
teatro

Teatro Invito, il 28 ottobre si apre la stagione 2022/23 con "Le otto montagne"

Uno spettacolo tratto dal romanzo di Paolo Cognetti "Le otto montagne"(ed. Einaudi), Premio Strega 2017

Teatro Invito, il 28 ottobre si apre la stagione 2022/23 con "Le otto montagne"
Spettacoli Lecco e dintorni, 23 Ottobre 2022 ore 16:10

Il prossimo venerdì 28 ottobre 2022 si apre la stagione 2022/2023 al Teatro Invito di Lecco. In scena lo spettacolo "Le otto montagne".

Il Teatro Invito di Lecco apre la nuova stagione

Appuntamento al prossimo venerdì 28 ottobre 2022 con lo spettacolo di apertura della nuova stagione 2022/2023 del Teatro Invito. A salire sul palco la compagnia Duperdu / Minima Theatralia con lo spettacolo "Le otto montagne", tratto dal romanzo di Paolo Cognetti "Le otto montagne"(ed. Einaudi), Premio Strega 2017.

La storia

Le Otto Montagne racconta la storia di Pietro, un ragazzino di città solitario e un po' scontroso, del suo rapporto con i genitori, con il suo amico Bruno e, soprattutto, con la montagna. La montagna, nella sua scarna bellezza, dura e selvaggia, segna l'anima per sempre e diventa una categoria dello spirito. È una storia di padri e figli, di abbandono della civiltà, di libertà della vita selvatica. Pietro, milanese di nascita dopo essersi tenuto per lungo tempo a distanza dall’estate della propria adolescenza, a trentun anni torna nel luogo in cui la sua storia personale e familiare ha subìto un sofferto “punto e a capo”. Ad aspettarlo c’è Bruno, un po’ più che amico e un po’ meno che fratello. Insieme, nel segno di un legame che il passare delle stagioni non è in grado di sciogliere, trasformano un rudere (la Barmadrola) nella casa che il padre di Pietro ha immaginato, progettato, lasciato dietro di sé prima di morire. Una eredità che impegna entrambi, rendendoli passo dopo passo consapevoli del loro cammino.

L'adattamento teatrale

"Non si tratta di un riassunto del libro - precisano la regista Marta Maria Marangoni e la drammaturga Francesca Sangalli -, ma di un foglio bianco su cui il protagonista traccia il proprio paesaggio mentale".

Abbandonando la linearità narrativa del romanzo, Pietro (Andrea Lietti) e Bruno (un bravissimo Giuliano Comin) salgono e scendono a più riprese i versanti della memoria, percorrendo separati o in cordata ogni parola e ogni silenzio. Ad abitare la scena con loro, la performer Alice Bossi e la voce fuori campo di Arianna Scommegna: la montagna sussurra, carezza, echeggia. Le vibrazioni di una lamiera d’acciaio e le installazioni luminose che scandiscono il racconto aggiungono un notevole carico di suggestioni allo spettacolo.

le otto montagne

Il commento dell'autore

"La storia smontata e rimontata a volte dà un senso di vertigine, continua a tornare indietro, e poi dall’indietro va indietro ancora, così la nostalgia che c’era nel libro diventa un’ossessione del passato, un continuo ricordare e interrogarsi. Mi piace molto come le mie parole sono state distillate (mi sembra quasi un lavoro di poesia) e sono contento che la storia sia raccontata in un altro modo, che ha più a che fare con la memoria rispetto alla linearità del romanzo" ha affermato l'autore Paolo Cognetti.

Dove acquistare i biglietti

Per maggiori informazioni è possibile contattare il Teatro Invito tramite questa mail prenotazioni@teatroinvito.it oppure via telefono al numero 0341.1582439 dal martedì a venerdì dalle 9.30 alle 13.

Nei giorni di spettacolo il botteghino sarà aperto dalle 20 per ritirare abbonamenti e biglietti. La vendita è disponibile online su sito vivaticket.com. Per il programma completo della nuova stagione, consultare il sito ufficiale Spazio Teatro Invito.

Seguici sui nostri canali