Spettacoli
teatro amatoriale

Grande successo per il quinto spettacolo della rassegna "Una città sul palcoscenico"

In scena "L’Ispettrice Malaccorto e il caso del vaso scomparso", scritto da Stefano Corbetta

Grande successo per il quinto spettacolo della rassegna "Una città sul palcoscenico"
Spettacoli Lecco e dintorni, 27 Febbraio 2022 ore 13:54

Grande successo quello ottenuto dal quinto appuntamento con la rassegna di teatro amatoriale "Una città sul palcoscenico".

Grande successo per il quinto spettacolo di "Una città sul palcoscenico"

La Compagnia di Malgrate “Siamo Nati per Soffrire” è tornata a calcare le “sacre” tavole del palcoscenico del Cenacolo Francescano con una grandissima e rivoluzionaria novità. La commedia rappresentata “L’Ispettrice Malaccorto e il caso del vaso scomparso” non appartiene al ricco e prezioso bagaglio teatrale di tutto il mondo ma è una prima mondiale assoluta perché scritta da Stefano Corbetta, brillante componente ed interprete della compagnia stessa.

ispettrice malcontento

L’Ispettrice Malaccorto e il caso del vaso scomparso

Quando la signorina Cornelia subisce il furto di un prezioso vaso, non può far altro che rivolgersi alla polizia, sperando di riaverlo indietro. L'ispettrice Malaccorto farà del suo meglio, sempre che le eccentriche vittime e la sua "valida" assistente glielo permettano. Ma un'indagine attira sempre curiosi e ospiti indesiderati: è facile creare situazioni esilaranti, soprattutto se i ladri sono tutt'altro che professionisti! Riuscirà l’Ispettrice nell'impresa, e come i colpevoli cercheranno in ogni modo di impedirglielo? Lo svelerà il sorprendente e divertente finale.

ispettrice malcontento

Uno spettacolo molto apprezzato dal pubblico

Inevitabile è stato parlare con Stefano Corbetta, che si è cimentato con successo per la prima volta in questa strabiliante impresa. L’idea nacque in lui durante la crisi pandemica che gli ha dato il tempo di sviluppare questo progetto basandosi sulle disponibilità sceniche della compagnia e sulla completa conoscenza delle capacità interpretative dei suoi compagni di avventura. Stefano ha dato prova di una eccellente fantasia creativa nel costruire i personaggi e tante situazioni al limite dell’assurdo ma brillanti e coinvolgenti che hanno divertito il pubblico presente in sala “costringendolo” a numerosi applausi.

Il cast

Completa il successo di questo strabiliante spettacolo la bravura degli attori, di questo ormai collaudato gruppo che nonostante la giovane età hanno mostrato spiccate doti interpretative: Laura Bonaiti e Letizia Pizzamiglio, rispettivamente Ispettrice Malaccorto e Agente Mortimer, Stefano Corbetta, Silvia Verlino e Stefano De Capitani nelle vesti di tre ladri simpatici ma inesperti e pasticcioni, Elisa Bianchi come Irene, Maria Chiara Santini giornalista impicciona, Alessandro Arosio nelle vesti di uno strano affarista, e il più giovane del gruppo Riccardo Rigamonti nel ruolo di corriere. Una menzione anche per la precisione di Davide Spinelli, tecnico luci e audio.

Regia di Elena Iaci

Un riconoscimento particolare alla regia di Elena Iaci che, chiusa l’attività della sua compagnia originale dopo la malattia e la morte della sua e nostra amica Antonella Vassena, si è dedicata anima e corpo a far crescere questa splendida realtà di giovani che vedono nel teatro, ed in quello amatoriale in primo luogo, una possibilità di espressione e di arricchimento per tutta la propria vita: un plauso ad Elena che è ritornata anche a calcare le scene in un personaggio molto apprezzato nel ruolo di Cornelia la padrona di casa derubata. Questo spettacolo e questa compagnia rappresentano una grande possibilità di speranza, per tutta la nostra società così malconcia.

Prossimo appuntamento a sabato e domenica 12 e 13 marzo

La Rassegna “Una città sul palcoscenico” nella sua 26° edizione ritorna per il sesto appuntamento sabato 12 e domenica 13 marzo. Sarà di scena la “Compagnia Teatrale di San Giovanni” che ci presenterà un autore molto amato dalle compagnie amatoriali: Italo Conti con “Aria Condizionata”, commedia brillante su temi molto seri.

LEGGI ANCHE Il teatro insegna a proteggersi dal gioco d’azzardo patologico

Seguici sui nostri canali