Sport

Martina Bilora e Francesca Gianola nella “top ten” mondiale di Skyrunning

In una giornata indimenticabile per lo sport italiano, con il doppio oro olimpico di Gianmarco Tamberi nel salto in alto e di Marcell Jacobs nei 100 metri, grandi soddisfazioni sono arrivate anche nel Lecchese

Martina Bilora e Francesca Gianola nella “top ten” mondiale di Skyrunning
Sport Lecco e dintorni, 01 Agosto 2021 ore 18:49

In una giornata indimenticabile per lo sport italiano, con il doppio oro olimpico di Gianmarco Tamberi nel salto in alto e di Marcell Jacobs nei 100 metri, grandi soddisfazioni sono arrivate anche nel Lecchese - e in particolare a Olginate - grazie alle atlete impegnate sul Gran Sasso nei Campionati Mondiali Giovanili di Skyrunning. Martina Bilora e Francesca Gianola del K-Team GEFO (Gruppo Escursionisti Falchi Olginatesi) hanno infatti concluso il week-end di gare rispettivamente al 6° e all'8° posto assoluto, con prestazioni che le hanno viste affermarsi ai vertici internazionali della disciplina.

Martina Bilora e Francesca Gianola nella “top ten” mondiale di Skyrunning

Per Martina (Under 23) la manifestazione è iniziata con la partecipazione alla Vertical Race, gara di 3.8 chilometri con 1.000 metri di dislivello positivo e un culmine di 2.130 metri: nonostante il caldo torrido - il termometro segnava 36 gradi - la giovane atleta è riuscita ad agguantare un grande terzo posto, poi "bissato" domenica nella Skyrace (23 chilometri con 2.369 metri di dislivello positivo), in cui ha dato il massimo fino alla fine in un'incredibile volata con l'avversaria che l'ha preceduta. Eccezionale anche la prestazione odierna di Francesca (Youth B - Under 20), che dopo essere stata "frenata" dal caldo nella Vertical - la sua specialità - ha messo in campo tutte le sue energie nella Skyrace conquistando uno straordinario argento. "Non riusciva davvero a crederci: ha fatto una gara pazzesca, a livelli insperati dopo le difficoltà patite venerdì, ma teneva moltissimo a riscattarsi" ha commentato l'allenatore Matteo Fumagalli, entusiasta dei risultati ottenuti dalle ragazze, non diversamente dai membri del K-Team GEFO guidato da Luca Besana. "Anche Martina è stata bravissima, peccato solo per la volata finale persa all'ultimo nella Skyrace. Personalmente sono molto felice del lavoro svolto: stiamo seguendo un percorso preciso che sta dando i suoi frutti, ora l'obiettivo è quello di migliorare ancora e puntare a ulteriori traguardi". In gara ai Campionati Mondiali sul Gran Sasso anche Andrea Bonacina, Antonio Corti e Martino Utzeri dell'AS Premana, nonchè Lorenzo Milesi del Team Pasturo, che hanno portato in alto il nome della Valsassina. Per il K-Team GEFO, invece, un'altra soddisfazione è arrivata dagli Italiani di chilometro verticale FIDAL, dove la giovanissima Vivien Bonzi si è issata sul secondo gradino del podio