Lunedì 25 gennaio

Oggi si torna a scuola, Gattinoni: "Il giorno più bello insieme all'inizio dei vaccini". Ecco il piano anti assembramenti

"Sono convinto che, dopo tanti sacrifici, quest’ultimo sforzo da parte di tutti potrà davvero segnare la più importante svolta verso la normalità"

Oggi si torna a scuola, Gattinoni: "Il giorno più bello insieme all'inizio dei vaccini". Ecco il piano anti assembramenti
Scuola Lecco e dintorni, 25 Gennaio 2021 ore 08:33

Oggi, lunedì 25 gennaio 2021 si torna a scuola. "Riprendono possesso" dei loro banchi tutti i ragazzi di seconda e terza media e la metà dei "fratelli maggiori" delle scuole superiori e scatta il piano anti assembramenti pianificato dalla Prefettura di Lecco insieme ai Comuni del territorio.

Oggi si torna a scuola

"Finalmente è giunto “quel” lunedì. Quel nuovo primo giorno di scuola che da mesi attendevamo - sottolinea il sindaco di Lecco Mauro Gattinoni - Per me si tratta della più bella notizia insieme a quella dell’avvio delle vaccinazioni: due passi fondamentali nella direzione del lungo percorso della ripartenza".

Il territorio di Lecco si è organizzato per gestire i trasporti e le aperture differenziate per ciascuna scuola superiore con ingressi dalle 8 alle 9.40 e l’uscita dalle 12 alle 14.

Riorganizzato il trasporto scolastico con l'aumento dei bus ( Qui i nuovi orari LineeLecco  - bus urbani “arancioni”, www.lineelecco.it e Lecco Trasporti (bus extraurbani “blu”, www.leccotrasporti.it).

Forze dell'ordine in campo

"Grazie al coordinamento delle Forze dell’ordine e dei volontari saranno presidiati tutti i punti di maggiore affollamento: la stazione, via Balicco, la zona delle Meridiane e dello stadio; in seconda battuta, se necessario, anche i singoli ingressi scolastici, per monitorare il regolare svolgimento del rientro in classe" aggiunge il sindaco di Lecco.

Ritorno alla normalità

"Resta, però, evidente che pur con tutto lo spiegamento di forze del caso, ancora questa volta la parte più importante e delicata nella prevenzione del Covid la faranno i nostri ragazzi con i loro comportamenti responsabili. Lo so, sembra davvero di chiedere troppo nell’insistere nel non avvicinarsi l’un l’altro, non abbracciarsi, non darsi neppure una pacca sulla spalla… ma questo virus riusciremo ad arginarlo solo così. È importante quindi osservare le “solite” ma fondamentali tre misure di prevenzione: igienizzare le mani, indossare sempre la mascherina e mantenersi ad almeno un metro di distanza.
Sono convinto che, dopo tanti sacrifici, quest’ultimo sforzo da parte di tutti potrà davvero segnare la più importante svolta verso la normalità".