Idee & Consigli

Erba sintetica: quanto dura in giardino e quali sono i vantaggi

Erba sintetica: quanto dura in giardino e quali sono i vantaggi
Idee & Consigli Lecco e dintorni, 16 Febbraio 2022 ore 08:20

L’erba sintetica è una soluzione sempre più innovativa, per quanto riguarda i giardini, complici i materiali decisamente all’avanguardia. Un’opzione capace di coniugare la massima adattabilità in diverse condizioni, perfetta per spazi all’aperto ampi come ridotti, semplice da pulire. I vantaggi della scelta del prato in erba sintetica sono davvero tanti ma quanto dura? Ne parliamo in questo articolo, dove vi proponiamo un aggiornamento rispetto agli attuali progressi fatti dalle case produttrici e i fattori da considerare nella scelta.

I fattori che influenzano la durata di un giardino in erba sintetica

La durata dell’erba sintetica giardino dipende da diversi fattori, capaci di fare la differenza sia nel breve come nel medio lungo periodo. La loro valutazione e conoscenza è importante, dal momento che permette di scegliere la tipologia di prato sintetico più adatta rispetto alle proprie esigenze.

 

Gli elementi che intervengono nella durata dell’erba sintetica sono, pertanto, i seguenti:

  • Materiali impiegati per la realizzazione del prato sintetico. Non tutti sono uguali. Certo, scegliere un’erba sintetica di qualità rappresenta un valore aggiunto, in grado di influire positivamente per la fruizione per un tempo più ampio. La scelta delle componenti impiegate riguarda, pertanto, non solo i fili d’erba ma anche quanto predisposto per i cordoli e tutte le altre parti strutturali che vanno a comporre un giardino sintetico.
  • Posa eseguita a regola d’arte. Ogni professione ha le sue competenze (e i suoi professionisti). Eseguire la posa di un prato in erba sintetica non è uno scherzo, bisogna saperlo fare. Motivo per cui, in questo caso, il pensare di fare da sé tende a rivelarsi una soluzione controproducente, dal punto di vista della qualità come della durata.
  • Manutenzione. Un giardino in erba sintetica non richiede particolari cure ma è comunque utile eseguire un minimo di manutenzione, almeno nel periodo in cui si utilizza di più il prato. Si tratta, semplicemente, di effettuare regolari interventi annuali/biennali (affidandosi sempre a un professionista) e procedure di spazzolamento del manto (queste da praticare in totale autonomia).

Se questi fattori vengono effettuati con regolarità e attenzione, la durata che riesce a garantire un prato sintetico è di almeno 10 anni, a fronte di una manutenzione ben più leggera di quella di un prato naturale. Ne vale la pena? Quando c’è la qualità sì. Vediamo perché.

I vantaggi dell’erba sintetica (di qualità)

I motivi per cui scegliere un giardino in erba sintetica di qualità si rivelano interessanti sono davvero tanti. Andando nel dettaglio:

  • Costo economico accessibile.
  • Semplicità della manutenzione.
  • Massima resa estetica, simile a quella di un prato naturale.
  • Ampia gamma di soluzioni tra cui scegliere.
  • Poco tempo da dedicare alla cura del prato, tanto tempo per poterlo godere.
  • Asciugatura più rapida dopo la pioggia.
  • Resistenza agli agenti atmosferici, compresa la luce del sole.
  • Praticità della pulizia.

Un altro elemento di cui è importante tenere conto, per i moderni sistemi di prato sintetico, è legato ai materiali sempre più pet friendly, ovvero perfetti per chi ha un amico a quattro zampe e non vuole rinunciare a far godere il prato anche a lui. Le tipologie di prati in erba sintetica sono davvero diverse, a seconda del colore, della lunghezza dei fili, ecc. ecc. Una soluzione che convince sempre di più, tutta da scoprire.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter