Menu
Cerca
Politica

Primo congresso di Ambientalmente: eletto il direttivo

Alessio Dossi (Presidente), Anna Niccolai (Vice Presidente), Monica Coti Zelati, Paolo Galli, Michele Zanesi, Stefano Villa, Alex Guerra, Giovanni Ponziani, Eleonora Collenberg e Renata Zuffi. Segretario sarà Monica Coti Zelati e Tesoriere Viviana Guolo.

Primo congresso di Ambientalmente: eletto il direttivo
Politica Lecco e dintorni, 24 Maggio 2021 ore 10:54

Si è svolto ieri, domenica 23 maggio 2021 all'Ostello Parco Monte Barro il promo Congresso di AmbientalMente, nel suo passaggio da comitato elettorale a vera e propria Associazione di Promozione Sociale.

Primo congresso di Ambientalmente

Hanno partecipato circa una cinquantina di associati in un percorso condiviso di tavoli di lavoro che hanno studiato il futuro di aree strategiche come La Piccola e il lungolago, hanno ragionato sulle politiche da mettere in campo per un cibo sostenibile, hanno approfondito le potenzialità sociali, di incontro e condivisione delle aree per animali e hanno esplorato opportunità e attenzioni da mettere in campo per quello che è - e dovrà essere - un elemento centrale per il turismo lecchese, ovvero il turismo veramente sostenibile.
Ai lavori del pomeriggio, dopo il benvenuto di Paola Golfari, Presidente del Parco Regionale del Monte Barro, al dibattito politico hanno partecipato anche Rossella Muroni (vicepresidente della Commissione Ambiente alla Camera) e il Sindaco di Lecco Mauro Gattinoni, che ha sottolineato il ruolo propulsivo che AmbientalMente gioca in città rispetto a molte tematiche centrali oggi per uno sviluppo sostenibile e l'impegno per una città che sappia puntare ad una vera mediazione verso quelli che sono obiettivi di crescita economica, che sappia essere inclusiva però di quelli che sono obiettivi anche sociali ed ambientali di cui, come Amministrazione, ci si sente responsabili

9 foto Sfoglia la gallery

È seguito l'intervento dell'Assessore all'Ambiente, alla Mobilità e alle Pari Opportunità Renata Zuffi, che ha evidenziato il lavoro che si sta facendo in termini di interventi e programmazione per una città più attenta al tema della sostenibilità integrata. Dagli interventi sui trasporti pubblici (che hanno incluso anche la gratuità per i giovani under 19) e sulla mobilità sostenibile a tutto tondo (è in corso di programmazione il Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile), alle questioni legate anche al metodo, con una partecipazione vera e obiettiva attraverso lo strumento di cui la giunta si è dotata dei "tavoli della sostenibilità". Passando, infine, per il lavoro nodale di riduzione dei rifiuti e dell'aumento del riciclo come effetti di quanto proposto in questi mesi attraverso la raccolta puntuale dei rifiuti (il sacco rosso). In chiusura una sottolineatura sul ruolo trasversale che però la sfida dell'ambiente in senso lato ci pone, con un ruolo fondamentale di tutti gli assessorati, da questo punto di vista.

Eletto il direttivo

L'Assemblea ha poi eletto il proprio Consiglio Direttivo in carica per tre anni, che sarà composto da Alessio Dossi (Presidente), Anna Niccolai (Vice Presidente), Monica Coti Zelati, Paolo Galli, Michele Zanesi, Stefano Villa, Alex Guerra, Giovanni Ponziani, Eleonora Collenberg e Renata Zuffi. Segretario sarà Monica Coti Zelati e Tesoriere Viviana Guolo.

"È stata una giornata entusiasmante" - sottolinea Dossi, Presidente di AmbientalMente - in cui abbiamo registrato, nei fatti, quella che è una crescita importante sotto tutti i profili della nostra forza politica. Vogliamo continuare ad essere rappresentanti di quelle istanze serie che chiedono, in una logica di realismo amministrativo, di essere quel soggetto custode della pienezza di senso della parola sostenibilità. Non è un tema solo nostro e sarebbe negativo se lo fosse" - aggiunge Dossi. "È bello, positivo e strategico che questa parola sia sulla bocca di tutti. Riteniamo però che il nostro ruolo sia quello di fare in modo che, dietro questa parola, si celi sempre molta sostanza, perché le esigenze di trasformazione della nostra città ci richiedono di saper coniugare il nostro ambiente con obiettivi di sviluppo che non lascino indietro nessuno. Questa è la strada su cui continueremo a lavorare".