Lecco-Bergamo: firmato il Decreto per la statalizzazione

Gian Mario Fragomeli: "Da poche ore, è entrato in vigore il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che stabilisce definitivamente il passaggio della Lc-Bg - e di parte della SP 342 - alle competenze dello Stato"

Lecco-Bergamo: firmato il Decreto per la statalizzazione
Lecco e dintorni, 30 Gennaio 2020 ore 20:29

«L’ultima firma è finalmente arrivata e l’iter per la statalizzazione della SP 639 Lecco-Bergamo può dirsi ufficialmente concluso. Da poche ore, infatti, è entrato in vigore il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che stabilisce definitivamente il passaggio della Lc-Bg – e di parte della SP 342 – alle competenze dello Stato. Un risultato importante per una battaglia che ho sempre sostenuto, sin dal luglio 2016». Esprime soddisfazione Gian Mario Fragomeli, deputato lecchese della Brianza, per la positiva conclusione dell’annosa vicenda riguardante il passaggio allo Stato della Lecco-Bergamo.

Lecco-Bergamo: firmato il Decreto per la statalizzazione

«Adesso – prosegue il parlamentare PD – tutti al lavoro: il prossimo passo sarà quello di affiancare al trasferimento di competenze in capo al Ministero  anche il compito di reperire i fondi necessari al completamento dei lavori e alla successiva manutenzione. Assolutamente positivo, poi, anche il passaggio allo Stato di buona parte della SP 342 Como-Bergamo. Anche per questa strada, quindi, le opere di manutenzione e ammodernamento potranno ora essere gestite in maniera sicuramente più rapida». Proprio la Briantea, nel mese di dicembre 2019,  era  stata chiusa al traffico in attesa degli esiti delle verifiche da parte del Comune di Nibionno sulla stabilità della passerella pedonale a scavalco della Strada provinciale. Non solo ma una seconda chiusura della 342 si era resa necessaria, sempre a dicembre, a causa di un camion che aveva danneggiato con il suo passaggio il viadotto della Statale 36.

Il passaggio di consegne

«Per la prossima settimana – conclude Fragomeli – ho già concordato un appuntamento, a Roma, con gli Enti preposti allo scopo di accelerare le ulteriori procedure operative e ribadire, una volta di più, l’importanza per il nostro territorio che questa strada possa finalmente diventare, una volta per tutte, la soluzione tanto attesa sia per la percorrenza su Bergamo, sia per la viabilità locale da Calolziocorte verso Lecco. Definiti questi aspetti, mi farò quindi promotore di un successivo incontro istituzionale con la Provincia e con gli Enti territoriali interessati al fine di stabilire il definitivo passaggio di consegne e per la definizione di una ripartenza dei lavori che sia la più rapida possibile»

“Primo grande risultato”

Anche Agnese Massaro, infine, consigliere comunale di Lecco nonché consigliere provinciale delegata, dichiara la propria soddisfazione «per questo primo grande risultato che condurrà la città di Lecco e, più in particolare, il rione di Chiuso a riacquistare quel livello di vivibilità, di qualità della vita e di fruibilità di tutti servizi che una città dinamica e moderna come la nostra merita».

 

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve