Polemica

I dem lecchesi contrari alla didattica a distanza totale: “Regione intervenga sui trasporti”

"Fontana dimostra di non avere considerazione né rispetto per i docenti, i dirigenti e il personale scolastico"

I dem lecchesi contrari alla didattica a distanza totale: “Regione intervenga sui trasporti”
Lecco e dintorni, 22 Ottobre 2020 ore 17:04

Sulla chiusura delle scuole superiori in presenza e la didattica a distanza a tempo pieno interviene Raffaele Straniero, consigliere regionale del Pd, che, assieme alla segretaria provinciale Marinella Maldini, non condivide  quella che non esita a definire “una scelta improvvisa e senza una valutazione approfondita”.

I dem lecchesi contrari alla didattica a distanza totale: “Regione intervenga sui trasporti”

 “La didattica a distanza parziale può funzionare perfettamente, ma si tenga conto che per i giovani è importante essere presenti anche di persona, sia da un punto di vista dell’apprendimento, che sociale – spiega Straniero –. Chiaramente, va organizzata bene a giorni alterni. Perciò, piuttosto che una retromarcia così radicale di Regione Lombardia che ora, sull’onda dei timori per l’incremento esponenziale dei casi Covid, decide di svuotare gli istituti superiori, potevano essere rivalutati gli orari e i trasporti, soprattutto”. Straniero è contrariato anche dal ritardo con cui si è intervenuti sul tema dell’istruzione, a livello regionale: “Da mesi bisognava valutare i vari scenari, c’è stata tutta l’estate per ricalibrare il sistema di trasporto pubblico locale e specificatamente degli alunni. Come mai ci si riduce all’ultimo scatenando la rabbia e le proteste di insegnanti, presidi, famiglie?”. Adesso, c’è tempo fino al 12 novembre per “approfittare di articolare una proposta più adeguata ed efficiente, che tenga conto delle esigenze di salute, ma anche scolastiche e di formazione”, insiste Straniero.

La segretaria provinciale: “Fontana dimostra di non avere considerazione né rispetto per i docenti, i dirigenti e il personale scolastico”

Il consigliere Pd appoggia dunque la posizione della segretaria Maldini che dice, senza mezzi termini: “Ancora una volta il presidente Fontana dimostra di non avere considerazione né rispetto per i docenti, i dirigenti e il personale scolastico, che durante l’estate hanno duramente lavorato per consentire ai nostri studenti di frequentare la scuola in sicurezza. Chiusura delle scuole significa togliere agli studenti il diritto alla formazione, alla socialità e alla cultura che si vivono solo a scuola. Non sono state prese in considerazione altre possibili soluzioni quando il vero problema sono i trasporti del cui funzionamento la responsabilità è totalmente della Regione”.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia