Menu
Cerca
Comune commissariato

Galbiate: "Dopo la sfiducia al Sindaco va costruito con limpidezza un cantiere progressista”

Intervento di Sinistra Lavoro di Galbiate.

Galbiate:  "Dopo la sfiducia al Sindaco va costruito con limpidezza un cantiere progressista”
Politica Lecco e dintorni, 19 Dicembre 2020 ore 19:03

"Dopo la sfiducia al Sindaco va costruito con limpidezza un cantiere progressista”. Sinistra Lavoro di Galbiate interviene riguardo al Commissariamento del comune di Galbiate, seguito alla sfiducia al Sindaco Giovanni Montanelli votata dal Consiglio comunale ieri sera, venerdì 18 dicembre.

"Costruiamo un cantiere progressista"

Una presa di posizione trasversale tra consiglieri comunali di maggioranza e minoranza ha portato ieri sera, appena dopo un anno e mezzo dalla sua elezione, al dimissionamento del Sindaco Piergiovanni Montanelli.

Fatte salve alcune perplessità sulla intrecciata composizione politico-amministrativa dei 7 consiglieri che hanno fatto decadere il Sindaco, noi che abbiamo sempre fatto opposizione costruttiva, benché sempre ignorati dal primo cittadino Montanelli, non ci sentiamo di andare oltre la presa d’atto.

Certo è che il Sindaco defenestrato non è vittima di una congiura di palazzo, ma solo un Sindaco che ha perso, secondo noi, contatto con molte problematiche che attengono ai cittadini galbiatesi. Ora però bisogna abbozzare quelle risposte che Montanelli non ha saputo dare, a partire da un coinvolgimento di partecipazione diretta, prima di ogni decisione importante, dei cittadini e delle loro organizzazioni.

Galbiate ha bisogno di una amministrazione comunale e della guida che merita, perché è una comunità che per il suo civismo merita moltissimo. Per questo, ferma restante la nostra precondizione di ogni stop alle forze e soggettività di destra, noi cercheremo di dare il nostro contributo per costruire una proposta politico-programmatica per le elezioni necessarie al rinnovo del Consiglio Comunale e per una candidatura a Sindaco.

In sostanza oltre alla gestione pubblica dei” beni comuni” ed in particolare di Villa Serena, quello che proponiamo, senza chiedere a nessuno di lasciare la propria storia, è un lavoro a rete, una pluralità di pensieri e proposte di cose concrete da fare, per riprendere il filo dei bisogni della gente e andare loro incontro, avendo anche il coraggio di proporre cose nuove e diverse dal passato, per rendere più vivibile, più giusta ed equa la Galbiate di oggi e del futuro.

per Sinistra Lavoro di Galbiate
Francesco Coniglione