Politica
Centrodestra

Fratelli d'Italia primo partito a Lecco, Mastroberardino: "Il ceto produttivo si è riconosciuto in noi"

"Ora, sul territorio, è necessario riequilibrare i pesi tra le forze del centrodestra"

Fratelli d'Italia primo partito a Lecco, Mastroberardino: "Il ceto produttivo si è riconosciuto in noi"
Politica Lecco e dintorni, 26 Settembre 2022 ore 11:45

Fratelli d'Italia primo partito in provincia di Lecco: la formazione di Giorgia Meloni, che ha trionfato alle elezioni del 25 settembre  2022 nel Paese ha fatto incetta di voti anche sul nostro territorio superando quota 29% quindi con una percentuale persino superiore a quella nazionale. Quasi incredulo il coordinatore provinciale Fabio Mastroberardino . "Le urne hanno dato un responso assolutamente chiaro: dopo 10 anni in cui tutti potevano in un certo senso vantare dei risultati, questa volta ci sono dei vincitori veri, che siamo noi. Se ottieni circa il 90% dei collegi uninominali c'è poco altro da dire".

Fratelli d'Italia primo partito a Lecco, Mastroberardino: "Il ceto produttivo si è riconosciuto in noi"

Pienamente soddisfatto del dato nazionale ("sia per il partito, che per la coalizione, ma soprattutto per il Paese che ora finalmente avrà un Governo politico"), Mastroberardino diventa quasi gongolante se il focus si stringe sulla provincia di Lecco: "E' una soddisfazione doppia e sinceramente non nascondo che non me lo aspettavo. Vengo da Alleanza Nazionale e storicamente il nostro partito ha sempre avuto più appeal al sud, invece la situazione  è decisamente cambiata. Nel Lecchese abbiamo vinto ovunque, con percentuali nei comuni che si aggirano sul 30%. Questo significa innanzitutto una cosa: che il ceto produttivo si è riconosciuto in noi".

Il calo della Lega

Necessaria ora una analisi dettagliata del voto, a partire dai risultati della coalizione  che hanno riservato anche qualche sorpresa a partire dal calo della Lega. "Con le percentuali che abbiamo ottenuto noi la flessione della Lega di fatto è fisiologica... se così non fosse stato avremmo potuto parlare di elezioni bulgare. Mi dispiace molto per il senatore leghista Paolo Arrigoni, che ha ben lavorato in questi anni. Il territorio perde un valido punto di riferimento, la sua esperienza e le sue competenze sarebbero state molto utili".

Scontata invece per Mastroberardino  la rielezione del senatore Alessio Butti nel plurinominale. "Ha sempre avuto una grandissima attenzione per Lecco, se lo merita".

Riequilibrare i pesi tra Fratelli d'Italia e le forze di centrodestra

"Ora, sul territorio, è necessario riequilibrare i pesi tra le forze del centrodestra: non siamo più al 5% ed è giusto rivedere la situazione anche in vista delle prossime elezioni Comunali e Regionali". Questo significa forse rimettere in discussione la  ricandidatura del Governatore Attilio Fontana alla guida del Pirellone? "Non spetta a me dirlo, di sicuro con la Lega continueremo a lavorare bene e troveremo sicuramente una quadra su tutti i fronti".

Congratulazioni... con stoccata a Tino Magni

Dal coordinatore provinciale di Fratelli d'Italia arrivano poi le congratulazioni al neo senatore Lecchese Tino Magni, eletto tra le fila dell'alleanza Sinistra Italiana Verdi. "Complimenti a Magni per questo risultato. In generale ora spero che l'opposizione ora lavori in modo serio abbandonando i toni pretestuosi e l'atteggiamento, che per altro non ha pagato, che ha avuto durante la campagna elettorale".

LEGGI ANCHE Senato: i risultati definitivi del collegio Lombardia UO2 AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

 

 

Seguici sui nostri canali