Il Governatore

Fontana: no al blocco degli spostamenti tra Comuni a Natale. E dà una tempistica per la Lombardia “gialla”

Continua a far discutere il decreto legge approvato nella notte a Roma. Intanto, se i dati epidemiologici saranno confermati anche la prossima settimana, cambio di colore per l'11 dicembre (sempre che il Ministero della Salute approvi)

Politica Lecco e dintorni, 03 Dicembre 2020 ore 19:42

Continua a far discutere il divieto di spostamento tra Comuni a Natale, Santo Stefano e Capodanno (1 gennaio), contenuto nel decreto legge approvato nella notte dal Consiglio dei ministri. «Questo provvedimento deve essere eliminato»: è questa, in sostanza, la richiesta avanzata dalle Regioni all’Esecutivo. «Abbiamo ribadito come questa scelta crei una disparità di trattamento tra chi abita in grandi città e chi invece in piccoli comuni – ha sottolineato il presidente Attilio Fontana -. Queste limitazioni creano non poche difficoltà a tanti cittadini che si trovano nell’impossibilità di vedere parenti e incontrare nonni o genitori anziani. Esistono infatti situazioni di parenti che si trovano divisi da una linea di confine, pur trovandosi a 500 metri di distanza».

LEGGI ANCHE Natale blindato, il presidente della Provincia di Lecco furente: “Discriminazione geografica… noi non festeggiamo la Vigilia”

Fontana: no al blocco degli spostamenti tra Comuni a Natale. E dà una tempistica per la Lombardia “gialla”

I governatori hanno quindi chiesto al premier Giuseppe Conte di rivedere il divieto. «Conte ha detto che valuterà l’approvazione di Faq che forniscano un’interpretazione più lasca della norma, ma credo che così si crei ulteriore confusione – ha aggiunto Fontana -. Abbiamo proposto quindi di valutare l’approvazione in Parlamento di un emendamento che modifichi il decreto legge. Si deve eliminare questa sostanziale e ingiustificata limitazione alla vita dei cittadini».

LEGGI ANCHE Decreto approvato: Natale, Santo Stefano e primo gennaio blindati TESTO INTEGRALE

Nel corso della conferenza stampa convocata questa sera al Pirellone (giovedì 3 dicembre) il governatore lombardo è anche intervenuto in merito alla possibilità che la Lombardia diventi zona gialla prima di Natale. «Dovrebbe essere un passaggio automatico – ha specificato -. Se i numeri continueranno a essere quelli degli ultimi giorni dovremmo passare nella zona gialla l’11 dicembre, giorno in cui saranno trascorse le due settimane di stabilizzazione dei dati epidemiologici. È un passaggio automatico, che però deve essere concretizzato da un provvedimento firmato dal Ministro della Salute».

LEGGI ANCHE Niente spostamento tra Comuni il 25, 26 e l’1 gennaio, Fontana: “Un fatto lunare”

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità