Contestazione

Flash mob cinquestelle al Pirellone contro la nuova Giunta Fontana

Cartelli contro Moratti e la Lega che ha "commissariato" Fontana: “Sanità is the new petrolio”.

Flash mob cinquestelle al Pirellone contro la nuova Giunta Fontana
Politica 09 Gennaio 2021 ore 12:20

Flash mob  cinquestelle questa mattina, sabato 9 gennaio, sotto il Pirellone.  Ordinato e pacifico, nel rispetto delle regole sul distanziamento sociale, è cominciato alle 10.30 in piazza Città di Lombardia per manifestare contro la nuova Giunta del governatore Fontana a fronte delle criticità vissute durante l’emergenza sanitaria.

Flash mob  cinquestelle contro il rimpasto

In piazza i consiglieri regionali e gli attivisti del MoVimento 5 Stelle. Non certo all’acqua di rose i cartelli che contestavano il rimpasto voluto dalla maggioranza lombarda. Tra gli altri: “Sanità non fa rima con Moratti”, “Da Gallera alle consulenze d’oro”, “No alla sanità del mojito”, “La Lega ci frega (ancora)”, “Sanità is the new petrolio”, “Fontana commissariato da Salvini”. i Manifestanti hanno anche distribuito la sentenza della Corte dei Conti che ha condannato Letizia Moratti a rimborsare l’Erario con oltre 591 mila euro nell’ambito della vicenda delle cosiddette “consulenze d’oro”.

Massimo De Rosa, capogruppo del M5S Lombardia, ha dichiara: “I nuovi nomi della Giunta Fontana non danno nessuna garanzia di un cambio sostanziale nelle politiche sanitarie della Lombardia. Salvini non ne azzecca mai una e con Moratti il quadro non può che peggiorare. Ricordiamo tutti i guai giudiziari legati alle consulenze d’oro dell’ex sindaco di Milano e il buco che ha lasciato nel bilancio del comune. Fontana poi, è ormai un presidente fantoccio, un burattino nelle mani di un partito incapace di governare”.

Erba: “La Lombardia soffre di problematiche molto profonde”

“Regione Lombardia soffre di problematiche molto profonde e questo rimpasto lo fa emergere con forza. Sicuramente la precedente Giunta non ha fatto altro che complicare maggiormente la situazione. Permangono gravi problemi irrisolti non soltanto nella sanità, ma anche nelle attività produttive e nei trasporti”, dichiara Raffaele Erba, consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle.

Contro la privatizzazione del servizio pubblico

“Se poi andiamo a vedere chi è stato rimosso o chi ha subito forti critiche troviamo la conferma di questa tesi”, aggiunge Raffaele Erba.
“Oggi con il Flash Mob vogliamo far emergere le diverse lacune che hanno come forte denominatore comune la privatizzazione di molti servizi pubblici avvenuti in Lombardia. La nuova vice-presidente Moratti non rappresenta una scelta di discontinuità ma rafforza tale direzione dove il pubblico viene sopraffatto dal privato. Scelta che si è dimostrata totalmente fallimentare in questa pandemia”.

“Non bisogna dimenticare la pesante sentenza in via definitiva a carico del nuovo assessore alla Sanità che pesa come un macigno sull’attendibilità del rimpasto voluto dai vertici regionali”, conclude Raffaele Erba.

5 foto Sfoglia la gallery
Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità