Menu
Cerca
Lettere al Giornale

Asfaltature a Lecco: “Se un’opera è da farsi, si fa e basta senza pubblicizzarla sui mass media”

di Momo Frigerio (imprenditore di Lecco)

Asfaltature a Lecco: “Se un’opera è da farsi, si fa e basta senza pubblicizzarla sui mass media”
Lettere al giornale Lecco e dintorni, 09 Maggio 2020 ore 13:52

Da parecchi giorni si apprende in televisione e dai giornali locali che il Comune di Lecco, attraverso l’Assessore Valsecchi, con molta enfasi, comunica alla cittadinanza l’asfaltatura delle strade cittadine.
Questa notizia viene divulgata come una cosa eccezionale che il Comune si concede.
Se un’opera è da farsi, non credo sia il caso di “pubblicizzarla” su tutti i mass media locali. Se le opere sono necessarie, si fanno e basta.
A questa premessa mi concedo di esporre una mia lamentela.
Mi risulta che diverse strade, che percorro giornalmente, sulle quali è stata eseguita una completa riasfaltatura, non fossero poi così disastrate e che quindi non necessitassero di questo intervento. Bastava forse riallineare qualche tombino e tutto era fatto.
Ci sono invece delle strade dove realmente è pericoloso transitare e che, ad oggi, non sono state oggetto di intervento, nonostante le numerose segnalazioni fatte in Comune.
Cito la via Arturo Toscanini in zona Maggianico. Cito questa perché ci lavoro.
Su questa piccola strada ci sono tre industrie abbastanza importanti: Trafilerie di San Giovanni Spa, Invernizzi Luciano & Figli Spa e Frigerio Giuseppe & C. srl.
Queste ditte da anni chiedono che venga risistemato il manto stradale, anche perché transitare con i mezzi, tra cui gli autocarri, diventa molto pericoloso.
Le Trafilerie di San Giovanni da tempo sollecitano il Comune affiche provveda ad effettuare un intervento di manutenzione serio. Solo così verrebbero eliminati i pericoli dovuti dalle numerose buche e pezzi di asfalto presenti nella carreggiata.
Il 12 novembre 2019 l’Assessore Valsecchi, sollecitato da una nostra mail in cui spiegavamo la situazione disastrosa e di estremo pericolo, ci rispondeva garantendo un intervento di rifacimento completo dell’asfaltatura inserendolo nel “progetto preliminare delle strade di quartiere” e che l’esecuzione sarebbe avvenuta nel 2020.
In data 4 marzo c.a. sollecitavamo nuovamente, sempre all’Assessore Valsecchi, l’esecuzione dei lavori, considerato l’ulteriore peggioramento avvenuto nei primi mesi dell’anno. Nessuna riscontro è stato da noi mai ricevuto.
Forse nel clima elettorale è meglio asfaltare le strade di grande passaggio e ben visibili dalla popolazione, mentre le strade dove passa poca gente, MA SI LAVORA, possono rimanere abbandonate?
Tanti anni fa le Trafilerie di San Giovanni si presero carico di asfaltare a proprie spese il tratto di strada antistante il proprio stabilimento.
Ora non sono più disponibili ad effettuare nuovamente la manutenzione del suolo pubblico. Se valutiamo le tasse che annualmente vengono pagate al Comune, si potrebbero pagare almeno 10 asfaltature!
All’Assessore propongo una soluzione molto semplice. La Trafilerie di San Giovanni asfalta e trattiene la spesa dalle tasse dovute al Comune.
Aspetto con ansia una risposta.

Raimondo Frigerio

Qui la risposta dell’assessore Corrado Valsecchi