Grande preoccupazione

Teva Bulciago chiude, a rischio oltre 100 posti di lavoro

Il colosso internazionale farmaceutico ha comunicato ai dipendenti della storica "chimica" la volontà di chiudere il sito produttivo che si affaccia sulla Como-Bergamo.

Teva Bulciago chiude, a rischio oltre 100 posti di lavoro
Economia Casatese, 18 Febbraio 2021 ore 18:24

Un fulmine a ciel sereno si è abbattuto su circa 100 lavoratori della Brianza casatese e sulle loro famiglia: Teva, colosso internazionale in ambito farmaceutico, ha infatti comunicato ai dipendenti della storica “chimica” di Bulciago la volontà di chiudere il sito produttivo che si affaccia sulla Como-Bergamo nel giro di alcuni mesi.

Teva vuole chiudere il sito di Bulciago

La notizia è stata comunicata ai sindacati nelle scorse ore, durante uno dei consueti tavoli di confronto con i vertici della multinazionale farmaceutica israeliana ed è stata appresa come un vero e proprio fulmine a ciel sereno. Una doccia gelata su circa 110 lavoratori, tutti residenti nel territorio casatese e del circondario, che vedono ora vacillare il proprio posto di lavoro. Si attendono comunicazioni ufficiali da parte delle sigle sindacali che si stanno occupando della delicata vicenda, ma pare sia già stato programmato uno sciopero per la giornata di lunedì 22 febbraio 2021.

Avvertita anche l’Amministrazione comunale

La comunicazione nelle ore scorse pare essere giunta anche sul tavolo del sindaco di Bulciago Luca Cattaneo, che ovviamente nei limiti delle proprie competenze sta monitorando l’evolversi della situazione, anche in virtù degli accordi esistenti tra il Comune e la multinazionale per la bonifica di alcuni terreni.

Oltre 100 posti di lavoro a rischio

La notizia della volontà dei vertici di Teva di chiudere il sito produttivo di Bulciago rischia di trasformarsi in una enorme “bomba” sociale, la seconda nel giro di pochi mesi nel territorio meratese e casatese dopo quella della Voss di Osnago, dove i dipendenti con un lungo e dispendioso braccio di ferro sono riusciti a scongiurare (almeno nell’immediato) i licenziamenti. La vicenda della Teva di Bulciago è destinata a far discutere e a tenere banco sotto numerosi punti di vista per molto tempo.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli