Menu
Cerca
Sponsorizzato

Presto Silea aprirà alcuni centri di riuso

Dalla Società un progetto per l’ammodernamento dei centri di raccolta e la realizzazione di strutture dedicate in ambito provinciale

Presto Silea aprirà alcuni centri di riuso
Economia Lecco e dintorni, 18 Dicembre 2019 ore 06:00

In coerenza con quanto definito nel Documento di indirizzo approvato al suo insediamento, il Consiglio di amministrazione di SILEA Spa, ha presentato in occasione dell’ultima Assemblea di coordinamento intercomunale dei Comuni Soci di SILEA l’avanzamento su due progetti strategici che compaiono tra le priorità dell’azienda.

Il primo progetto riguarda la messa a norma e l’ammodernamento dei centri di raccolta presenti sul territorio provinciale: complessivamente, sono ben 55, di cui 33 gestiti direttamente da SILEA e 22 da altre realtà.

SILEA ha compiuto un lavoro di screening che ha coinvolto undici di questi centri: Cassago Brianza, Cesana Brianza, Colle Brianza, Dolzago, Garlate, Introbio, Merate, Perledo, Pescate, Robbiate e Suello.

Il campione scelto, rappresentativo sia per collocazione territoriale che per tipologia e dimensione della struttura, ha evidenziato una spesa media di 44 mila euro per l’adeguamento, la messa a norma e in sicurezza di ciascuno di questi centri.

Rispetto a questa prima indagine, il Comitato ristretto ha richiesto un ulteriore approfondimento dei singoli interventi da avviare, estendendo l’indagine a tutti i centri gestiti da SILEA.

Quindi, SILEA si è detta disponibile a prendere in comodato d’uso gratuito i centri di raccolta fino a fine 2029, finanziando gli interventi necessari e offrendo la possibilità a ogni Comune di dilazionare i costi nell’arco di un decennio.
L’indagine potrà essere estesa anche ai centri non gestiti da SILEA, previa corresponsione di un contributo di 3mila euro a centro, a carico dei Comuni interessati.

L’intero progetto di adeguamento si prevede venga ultimato entro giugno 2021. L’Assemblea si è espressa in modo positivo sulla proposta presentata, con il voto favorevole della quasi totalità dei presenti (2 astenuti).

Si è quindi proceduto alla presentazione dell’analisi condotta sulla possibilità di dotare il territorio di una serie di Centri del Riuso: si tratta di strutture che si propongono di contrastare e superare la cultura dello spreco delle risorse e dell’usa e getta, proponendo una diffusione della cultura del riuso basata su principi di tutela ambientale e di solidarietà sociale.

Il Consiglio di Amministrazione di SILEA, condivisa dal Comitato Ristretto e presentata all’Assemblea, prevede la realizzazione di almeno quattro di queste strutture in ambito provinciale: a Lecco, Valmadrera (dove già esiste una consolidata esperienza sviluppata dal Centro Farmaceutico Missionario, con cui SILEA è convenzionata), a Merate e nell’area Lago/Valsassina.

I Comuni interessati a ospitare un Centro Rifiuti saranno coinvolti in un incontro di approfondimento, al quale saranno invitate anche le realtà sociali che già operano in questo ambito nei diversi territori.
L’assemblea ha approvato la proposta presentata all’unanimità.

Le novità: i manufatti compostabili

L’obiettivo è eliminare la frazione estranea di scarsa qualità

Importante novità sul recupero dei manufatti compostabili messa in atto da SILEA. In attesa di un miglioramento del quadro normativo in materia, oggi ancor troppo lacunoso, SILEA si è attivata a fronte delle molte criticità emerse in tema di recupero dei manufatti in plastica compostabile nella frazione umida.

La difficoltà nel distinguere la compostabilità del materiale utilizzato secondo lo standard europeo UNI EN 13432, con i rischi sulla qualità del compost prodotto nell’impianto di Annone, aveva infatti spinto SILEA a richiedere, come la maggior parte degli operatori del settore, che i cittadini conferissero momentaneamente nel sacco trasparente della frazione residuale i manufatti in plastica compostabile.
Coerentemente alla sua politica di miglioramento costante della raccolta differenziata, SILEA si è subito attivata per studiare contromisure per accettare tale rifiuto nella frazione umida, realizzando un adeguamento impiantistico e procedurale nello stabilimento di compostaggio di Annone.
Questo intervento eliminerà il più possibile la frazione estranea costituita dalle plastiche compostabili di scarsa qualità e non certificate, che pregiudicavano la qualità del compost prodotto.

«Siamo felici di comunicare, alla luce di questo investimento, che non sarà necessario alcun cambiamento di abitudini per le utenze domestiche che potranno ricominciare a conferire nell’umido la plastica compostabile» spiega il Consiglio di Amministrazione di SILEA.

«Chiediamo ai cittadini di prestare attenzione, conferendo nell’umido solo i manufatti in plastica compostabile recanti la stessa norma UNI EN 13432. Per ottenere un compost di qualità abbiamo bisogno che ogni cittadino svolga con attenzione la raccolta differenziata».

Per ogni dubbio è possibile consultare il sito di SILEA nella sezione servizi ai cittadini, la app differenziati, inviare una mail a info@sileaspa.it o rivolgersi al numero verde 800/004590.

Per le utenze commerciali, associazioni, mense, feste e tutti i contesti in cui si prevede la produzione di quantità abbondanti di stoviglie in plastica compostabile, resta in vigore la necessità di inviare a info@sileaspa.it la certificazione che attesti la compostabilità del materiale utilizzato secondo lo standard europeo UNI EN 13432.

Delegazione di Regione Lombardia in visita a Silea

Giovedì 12 dicembre il Presidente della VI Commissione Ambiente e Protezione Civile di Regione Lombardia, dott. Riccardo Pase, con alcuni suoi assistenti, sono stati ospiti presso Silea. Nel corso della mattinata, occasione di scambio e confronto su diverse tematiche ambientali, è stata presentata l’attività della società e gli sviluppi futuri a breve e a lungo termine che si appresta a intraprendere sul territorio, sia a livello impiantistico, sia in relazione alle attività di implementazione delle raccolte differenziate. Al termine, è stata effettuata la visita al termovalorizzatore di Valmadrera. Presenti, insieme alla Direzione di Silea e ai Responsabili di settore, anche i membri del Consiglio di Amministrazione, del Comitato Ristretto e del Comitato Tecnico Scientifico degli impianti di Valmadrera e di Annone Brianza.

 

Informazione pubblicitaria